Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Centro / Viale Otranto

"Vendicatore" disegna il logo dei disabili sull'auto posteggiata sulle strisce gialle

Curioso ammonimento ieri notte in via Brunetti. L'omino stilizzato in carrozzella che rappresenta i portatori di handicap è comparso, dipinto con bomboletta spray, su di una Ford che aveva occupato abusivamente il posto. L'automobilista s'è detto in buona fede, ma ha rinunciato a sporgere denuncia

LECCE – Zorro tracciava una “Z” con il suo fioretto per lasciare il segno del suo passaggio. Allo stesso modo, un misterioso vendicatore ieri notte ha preso di mira una Ford, posteggiata sul posto riservato ai portatori di handicap, ed ha pensato bene di usare vernice spray e firmare la sua impresa disegnando sulla carrozzeria il logo dei disabili: l’omino stilizzato sulla carrozzella.

A tutti gli effetti, un danneggiamento, e quindi un reato, e come tale sarebbe stato classificato se fosse stata sporta denuncia. Per quanto un episodio da stigmatizzare, resta comunque difficile non riconoscere quantomeno le ragioni dell’ignoto che ha disegnato quel logo sul cofano della Ford. Al punto tale che la stessa vittima, alla fine, dopo il primo scatto d’ira e la chiamata alla polizia, ha rinunciato a sporgere querela.

Insomma, formalmente non si aprirà un’indagine, e così rimane giusto il monito, rivolto a chiunque: rispettate i più deboli, perché una semplice distrazione può provocare forte disagio in chi è più sfortunato. E qualche volta lo sfortunato (o chi ne voglia rappresentare il problema) può incavolarsi e reagire.

Il fatto è avvenuto ieri notte, intorno alle 23,30. Un uomo aveva posteggiato la sua auto in via Brunetti, angolo via Otranto, proprio sulla porzione riservata ai portatori di handicap. Ritornando a tarda ora, la sorpresina: qualcuno era passato in sua assenza, in un momento imprecisato della serata, e, riuscendo a non farsi notare da anima viva, aveva tracciato quel disegno, lasciando un messaggio inequivocabile, che si potrebbe leggere come beffardo e spazientito nello stesso tempo.     

Il proprietario dell’auto ha chiamato il 113 e sul posto è intervenuta una volante di polizia. Agli agenti l’uomo ha spiegato di aver consumato l’infrazione in maniera assolutamente involontaria. A suo dire le strisce gialle non sarebbero state del tutto visibili, specie nell’ombra della sera, poiché in parte ormai cancellate dall’usura.

Certo, ci sarebbe comunque un cartello a preavvisare l’utente della strada, ma, chissà, sarà sfuggito anche quello. Ad ogni modo, pur ribadendo a gran forza la sua buona fede, alla fine l’automobilista ci ha ragionato sopra. Ed ha comunque deciso di non presentarsi in questura per una denuncia a carico di ignoti. Preferendo rivolgersi a qualche carrozzeria per farsi ripulire la Ford a proprie spese.  

La speranza, ora, è che quest'episodio possa servire a molti per prestare maggiore attenzione, quando si sceglie un posto per parcheggiare. Anche perché si spera allo stesso modo che il fatto resti isolato e che davvero non sia celato nell'ombra un vendicatore seriale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vendicatore" disegna il logo dei disabili sull'auto posteggiata sulle strisce gialle

LeccePrima è in caricamento