"Si è denudato davanti a me": Studium 2000, ragazza chiama i carabinieri

La vicenda nel plesso universitario di Lecce, vicino al cimitero. I militari hanno raccolto le testimonianza. Vi sarebbe anche una seconda giovane molestata

Il plesso universitario Studium 2000.

LECCE – “Pronto, carabinieri? Io sto studiando e qui c’è uno che…”. Spazio alla fantasia, ma quello che la ragazza ha spiegato al militare che ha raccolto la chiamata al 112 si può facilmente dedurre, considerando il giovane avrebbe all’improvviso scalato pantaloni e mutande. La vicenda è rimasta in sospeso, perché per il momento non c’è ancora una formale denuncia, ma ha di certo suscitato scalpore e trambusto, quest’oggi, nel plesso universitario Studium 2000 di Lecce, in via San Nicola, nei pressi del cimitero. Perché – ma si tratta ancora di versioni di parte, e come tali raccolte dai carabinieri – vi sarebbe anche una seconda ragazza molestata, sempre nello stesso modo, e sempre dallo stesso giovane.

Stando a quanto raccolto al momento, infatti, oggi, all’improvviso, uno studente straniero si sarebbe avvicinato a una ragazza – anche lei di origine straniera e residente a Lecce – in quel momento assorta sui testi in biblioteca, con un approccio decisamente volgare, a dir poco molesto e di sicuro indesiderato. Lo scompiglio che n’è scaturito ha fatto avvicinare più persone. E fra queste una seconda ragazza che avrebbe subito di recente lo stesso tipo di avance.

Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, il giovane – che inizialmente si sarebbe pure scusato per il comportamento – non era più presente. I militari hanno sentito le versioni e avrebbero appuntato anche un nome e pochi altri dettagli sul presunto molestatore. Ma a questo punto, tutto è nelle mani  di chi, di queste molestie, sarebbe rimasta vittima. Sarà una loro eventuale denuncia di parte in caserma ad avviare un’indagine.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

Torna su
LeccePrima è in caricamento