Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Lecce: su Youtube il fratello di Were invoca la pace

Vincent Were, fratello di Mugabe, assassinato in Kenya lunedì scorso, lancia un appello per la pace dalla sede dei "Servizi immigrazione Salento" della Provincia di Lecce ora visbile su YouTube

Vincent Were (fotogramma tratto da YouTube)

Lui ora sta valutando se prendere il posto del fratello assassinato in Kenya. Di non fermarsi di fronte la tragedia che lo ha visto coinvolto in prima persona e andare avanti, dritto verso l'idea di una democrazia da esportare nel suo Paese. Coraggio da vendere, assimilabile qui da noi a quello delle vedove dei magistrati ammazzati dalla mafia. Si è recato questa mattina allo Sportello dei diritti della Provincia di Lecce, Vincent Were, conosciuto a Lecce col nome di Babù, il fratello più piccolo di Mugabe Were, 39enne, da poco eletto e da quattro anni sindaco di Dandora, primo uomo politico a cadere vittima lunedì scorso della ferocia incontrollata che sta imperversando in Kenya. Lui, con il cuore nella sua Africa era sposato a Lecce con una 32enne del capoluogo, Maria Palma, padre di tre maschietti, abitava in via dei Ferrari ed aveva un rinomato negozio di artigianato africano, "Afrikan Shop" in via Libertini, a due passi da Piazza Duomo.

Vincent Were ha lanciato un appello per la pace in Kenya dalla sede dei "Servizi immigrazione Salento" di Lecce dopo aver registrato un filmato mandato poi su YouTube (https://www.youtube.com/watch?v=xRME1b7xSew) prima in lingua inglese, poi in italiano, per affermare che Mugabe è stato assassinato mentre lavorava per esportare il modello italiano di democrazia in Kenya. Alla spalle di Were si intravede il responsabile dello "Sportello dei diritti" Giovanni D'Agata, che insieme alla moglie Rosy, seguono la vicenda dando supporto istituzionale alla famiglia keniota.

Intanto sulla porta d'ingresso del negozio "Afrikan Shop" di via Libertini, sono apparsi i messaggi di cordoglio a firma dei residenti del quartiere Centro storico e dei commercianti che si sono uniti al dolore della moglie e dei figli Were Mugabe. C'è chi ha lasciato un mazzo di fiori e chi invece ha voluto esprimere la propria vicinanza con un manifesto su cui è riportata la nota poesia di Walt Whitman "O Capitano, mio Capitano".


E domenica, presso la Cappella degli immigrati, in piazzetta Bottazzi, con inizio alle 11, si terrà una messa in memoria di Mugabe Were, mentre alle 17 è prevista una fiaccolata di sensibilizzazione contro la guerra che sta martoriando il Kenya. L'appuntamento è fissato in piazza Sant'Oronzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce: su Youtube il fratello di Were invoca la pace

LeccePrima è in caricamento