Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Via Taranto

Litiga con le sorellastre, il padre tenta di accoltellarla davanti ai poliziotti

La brutta storia s'è consumata in via Taranto. I poliziotti sono intervenuti per sedare una lite in atto. L'uomo, 65enne foggiano, avrebbe dapprima assistito all'intervento dal marciapiede opposto, poi si sarebbe avvicinato e, estratto un coltello a serramanico, avrebbe tentato di ferire la giovane

Foto di repertorio.

LECCE – Avrebbe tentato di ferire la figlia dell’ex compagna con un coltello a serramanico. Un fendente improvviso, indirizzato al basso ventre. E questo persino in presenza degli agenti delle volanti di polizia, arrivati sul posto per sedare una lite già in atto. Solo la prontezza di riflessi della ragazza verso la quale sarebbe stato mirato il colpo ha impedito il peggio. E alla fine è scattato l’arresto per C.G., foggiano 65enne.

Una brutta storia, quella che s’è consumata in via Taranto, a Lecce, nel primo pomeriggio di ieri. Gli agenti sono volati sul posto perché, stando a una segnalazione, era in atto una violenta discussione in famiglia. Un intervento di routine, sembrava, in prima battuta. Non passa quasi giorno, che le forze dell’ordine siano chiamate a dirimere diverbi nati tra le mura domestiche. Solitamente sono storie che si concludono con riappacificazioni. Non questa volta, però. S’è rischiato seriamente di sfiorare la tragedia.

Giunti sul posto, i poliziotti hanno subito notato una ragazza che litigava animatamente con altre due donne. Si sarebbe in seguito scoperto che erano le due sorellastre. Le parti sono state divise con una certa difficoltà. Solo quando gli animi si sono sopiti, si è potuto ricostruire la storia. A chiamare la polizia era stata proprio la ragazza. A suo dire, la discussione con le sorellastre era nata a causa di presunti atteggiamenti violenti del padre naturale di queste ultime. Il 65enne, da parte sua, si era fermato sul marciapiede opposto. E stava assistendo all’intervento.

Placati gli animi, i poliziotti hanno riunito le parti per cercare di trovare un accordo. Ma proprio durante questa fase, approfittando di un momento di distrazione, l’uomo, con mossa repentina, avrebbe estratto con la mano destra dalla tasca dei pantaloni un coltello a serramanico. Aperta la lama, avrebbe tentato di colpire la ragazza. Gesto sconsiderato, pericoloso e che oltretutto avvallerebbero le accuse della ragazza. Il colpo è stato fortunatamente evitato. Mentre per l’uomo sono scattate le manette. Risponde di tentate lesioni, maltrattamenti in famiglia, violenza privata e possesso ingiustificato di arma bianca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litiga con le sorellastre, il padre tenta di accoltellarla davanti ai poliziotti

LeccePrima è in caricamento