menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Dammi tutto": ma nella tabaccheria reagiscono e il rapinatore scappa

La rapina tentata ieri sera in via Taranto. Un soggetto con accento locale e volto in parte coperto, sulla trentina, allontanato dal marito della titolare, che era al banco, e da un cliente extracomunitario. Sul posto le volanti di polizia

LECCE – Messo in fuga dal marito della titolare e da un cliente presente in quel momento nella tabaccheria, un giovane straniero. La rapina, così, è rimasta solo nelle intenzioni di un soggetto costretto a ripiegare in fretta e in furia, una volta capito che rischiava seriamente di soccombere e, quindi, di finire anche in manette.

E’ successo ieri sera, attorno alle 18,50, a Lecce. Un uomo piuttosto giovane, sulla trentina d’anni, secondo i testimoni, all’improvviso ha fatto irruzione nella rivendita “57”, al civico 240 di via Taranto, nel rione Borgo Pace. Aveva con sé un cacciavite e, avvicinatosi al bancone, ha intimato: “Dammi tutto”.

Ma a quel punto, piuttosto che aprire il registratore di cassa, l’uomo al bancone l’ha sollevato, con l’intenzione, probabilmente, di usarlo per reagire alla minaccia. E non solo. Anche l’extracomunitario che era all’interno si è avvicinato al rapinatore per tentare di bloccarlo. E il malvivente, capendo di aver miseramente fallito la missione, non ha potuto fare altro che svignarsela. E’ stato visto saltare a bordo di una Fiat Bravo scura, parcheggiata a breve distanza, nei pressi dell’edificio dell’Anas, e filarsela a tutto gas.

Poco dopo, sul posto, sono arrivati gli agenti delle volanti di polizia e della squadra mobile. Sono stati acquisiti i filmati di videosorveglianza. Il soggetto ricercato aveva il cappuccio calato sulla testa,il bavero del giubbotto - un modello Napapijri, blu - rialzato per coprire al meglio il volto e parlava con accento locale.

Uno sbandato che aveva disperato bisogno di soldi, probabilmente, e non un rapinatore abituale, considerando l’arma usata, un comune cacciavite, e la scarsa freddezza davanti al moto di reazione delle vittime. E per fortuna tutto s'è concluso con una fuga, perché certe situazioni possono assumere pieghe imprevedibili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento