rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Cronaca

Violenta scossa di terremoto in Grecia, trema anche il Salento

Lampadari traballanti, pavimenti oscillanti. E persino persone che si sono svegliate di soprassalto nel centro di Lecce. La terra ha tremato davanti all'isola di Zante. Magnitudo di 6.8. La scossa avvertita fino a Malta e Libia

LECCE – Lampadari traballanti, pavimenti oscillanti. E persino persone che si sono svegliate di soprassalto nel centro di Lecce. Nel Salento, e specialmente ai piani più alti dei palazzi, si è avvertito molto chiaramente il riverbero di un terremoto con epicentro a 10 chilometri di profondità, davanti alle coste dell’isola greca di Zante, a breve distanza dalla penisola del Peloponneso.

Il terremoto è stato particolarmente violento, con una magnitudo di 6.8 e si è registrato alle 00,54 e 50 secondi (ora italiana). A localizzarlo, la sala sismica dell’Invg (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) di Roma. La scossa è stata di tale intensità da essere avvertita non solo da buona parte del sud Italia (Puglia in primis, considerando la distanza relativamente breve), ma persino a Malta e in Libia.

Centinaia le telefonate che hanno letteralmente intasato la centra operativa del 115, nella notte. Da tutti i punti del Salento, infatti, sono giunte richieste di rassicurazione e chiarimento da parte dei cittadini spaventati. Come previsto dal protocollo, peraltro, il comando regionale dei vigili del fuoco ha diramato l'allerta Tsunami per i tratti costieri: i pompieri, dunque, sono stati costretti ad ispezioni sui litorali di Otranto e di Gallipoli, dove le onde erano però alte fino a un massimo di 50 centimetri appena. L'allarme è rientrato nel giro di pochi minuti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta scossa di terremoto in Grecia, trema anche il Salento

LeccePrima è in caricamento