menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Pugno in volto e poi la fuga: naso spaccato per rapinargli il cellulare

Un 67enne leccese aggredito nei pressi della stazione ferroviaria. Si era fermato per rispondere un messaggio. Si cercano due giovani di colore. Il malcapitato portato in ospedale

LECCE – E’ finito in ospedale con il naso fratturato. Nonostante l’età, 67 anni, e la prestanza degli assalitori, da lui descritti come due giovani di colore, l’uomo ha avuto un moto di reazione, riuscendo a non farsi rapinare il cellulare. I malviventi, forse, si sono spaventati per le conseguenze della loro stessa azione e hanno mollato la presa. Quando uno di loro ha sferrato un pugno in pieno volto al 67enne, infatti, e ha iniziato a sgorgare il sangue a fiotti, entrambi hanno preferito fuggire.

Attimi drammatici quelli vissuti ieri sera da un leccese che abita nei pressi della stazione ferroviaria. L’uomo era uscito con la moglie per una breve passeggiata in zona, soprattutto per portare a spasso il cane. Erano circa le 22 e quando la coppia ha raggiuto via di Ussano, all’altezza di via di Petraglione. E, proprio nei pressi del negozio Idea Luce, il 67enne ha ricevuto un messaggio sul cellulare.

"Tradito" da un messaggio sul cellulare

Fosse mai accaduto. Si è fermato per leggere, mentre la consorte ha continuato a piedi, con il cane al guinzaglio, fino a raggiungere l’ingresso dello stabile dove la coppia risiede e salire a casa, e si è attardato per comporre il testo di risposta. Non accorgendosi, così, che, nel frattempo, da qualche angolo nelle vicinanze, erano sbucati i due stranieri. I quali non ci hanno pensato due volte e gli si sono fiondati addosso con l’intenzione di sottrargli il telefono cellulare.

Speravano sicuramente di mettere a segno un colpetto rapido, ma non avevano messo in conto la possibilità di una risposta veemente. E quando il 67enne ha iniziato a resistere per non farsi rapinare, è avvenuta l’aggressione vera e propria. Poi, la fuga, in direzione del piazzale dove sorge l’edificio della Camera di commercio.

Rimasto ferito al naso

Il malcapitato è riuscito a non farsi strappare dalle mani il cellulare, ma ha rimediato una brutta ferita al naso. Sul posto sono stati chiamati a intervenire 118 e volanti della questura. L’uomo è stato trasportato in ospedale, al “Vito Fazzi”, qui medicato e poi dimesso. La polizia, invece, ha avviato le indagini, ora in mano alla squadra mobile. Si stanno acquisendo le videocamere della zona dalle quali si potrebbe ricavare qualche immagine utile. 

Il sospetto è che si tratti di alcuni fra i tanti senza fissa dimora che frequentano la zona di stazione ferroviaria e dintorni, dove, purtroppo, la cronache hanno fatto registrare negli anni un crescendo di episodi di violenza, degrado, prostituzione che hanno portato i residenti all’esasperazione. E ordinanze comunali e controlli delle forze dell’ordine, fino a oggi, hanno sortito effetti a singhiozzo.       

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento