Intrusioni di notte e danni dei vandali nel presepe di piazza Duomo

Due i raid, prima di un gruppo di quattro, poi di sette, verificatisi fra l'una e mezza e le 4. Rubato un cordone, imbrattati di pomodoro statue e allestimenti e spezzato il braccio di un Re Magio. Sono stati acquisiti i filmati

LECCE – Non passa ormai un singolo anno senza che si verifichi qualche oltraggio alla Natività allestita nel capoluogo. E che lo scenario sia quello di epoca augustea dell’anfiteatro, come in passato, o quello barocco di piazza Duomo, come negli ultimi periodi, non cambia poi molto. L’importante, per il vandalo di turno, è violare il presepe, ovunque di decida d’installarlo.

Nella notte appena trascorsa sono stati ben due gli assalti compiuti da gruppi misti, composti da ragazzi e ragazze. E forse gli stessi quattro, dopo un primo raid, avvenuto intorno all’una e mezza, hanno deciso di fare di nuovo capolino in zona qualche minuto dopo le 4 con altri tre nuovi “sodali”, per finire la loro opera di devastazione in sette. Le videocamere sono però puntate dritte sul presepe e tramite gli occhi elettronici si proverà a identificare la banda di vandali. Una denuncia contro ignoti sarà a breve depositata all’autorità giudiziaria.

Rotto anche il braccio di un Re Magio

Sul posto sono intervenuti agenti di polizia locale (che hanno acquisito anche i filmati) e volanti della questura. Nel corso del primo round, il gruppetto è entrato dentro l’allestimento al centro di piazza Duomo, sradicando i pomodori appesi come decorazione e imbrattando alcune statue. Qualche ora più tardi, poi, il secondo round: è stato portato via, di sana pianta, uno dei cordoni blu che cingono il presepe e che servono a dividerlo dal pubblico. Questa mattina è stato sostituito in via provvisoria con un altro, bianco. L’impatto differente si nota.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quello che si è visto alla luce del giorno, poi, è stato anche un altro danno probabilmente non rilevato durante i primi sopralluoghi: risulta, infatti, anche spezzato in due punti, all’altezza del gomito e del polso, il braccio destro di uno dei Re Magi. Probabilmente, l’effetto di un calcione rifilato alla povera figura del presepe, in formato statua.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento