rotate-mobile
Cronaca Santa Rosa / Via Ausonio

Rogo si scatena nel deposito, distrutti anche mezzi da lavoro

È successo a Lecce, in via Ausonio. Sul posto vigili del fuoco e polizia con la scientifica. Non solo materiale edile e plastico: nell'incendio distrutti anche un camion e un muletto

LECCE – Un deposito dove vi era accatastato vario materiale, edile e plastico, è andato distrutto a causa di un incendio divampato nel pomeriggio all’interno del recinto chiuso. Una situazione sulla quale la polizia e i vigili del fuoco intendono vederci chiaro. Insomma, si deve covare il sospetto che possa essere stato anche un atto di tipo doloso, se è vero che dalla questura è stata inviata la scientifica e che gli stessi vigili del fuoco del comando provinciale di Lecce hanno spedito sul posto il proprio personale del nucleo investigativo.

Il deposito in questione, usato dalla Informando 3.0 (che effettua vari tipi di lavori) sorge alla periferia estrema di Lecce, in via Ausonio. Si tratta di una traversa di via Giammatteo, in località Masseria Liuni. Un’area solo parzialmente edificata e circondata da vaste campagne, a diversi chilometri dal centro e che s’incontra poco prima di raggiungere il ponte che sovrasta la tangenziale est, procedendo in direzione della marina di Frigole.

Incendio provoca danni ingenti nel deposito

Considerato il tipo di materiale ammucchiato, anche infiammabile, e in assenza di qualcuno che potesse subito richiedere soccorso, il fuoco ha provocato in un lasso di tempo relativamente breve danni davvero ingenti. Infatti, non solo si è distrutta, fino a piegarsi e quasi collassare, la tettoia sotto la quale si trovava il materiale, ma le fiamme hanno avvolto anche due veicoli da lavoro usati dal proprietario del sito, un imprenditore 48enne di Lecce. Si tratta di un muletto e di un camion che erano parcheggiati all’interno del recinto in muratura, che racchiude un’area decisamente vasta, anche se per la maggior parte della sua estensione senza coperture.

Sul posto sono interventi agenti delle volanti di polizia e del reparto prevenzione crimine, oltre a squadre di vigili del fuoco. Questi ultimi hanno spento le fiamme residue e ora sono iniziati gli accertamenti per capire quale sia stata la causa scatenante del rogo. Nel frattempo, un'altra chiamata è arrivata quasi in contemporanea da San Cataldo dove una villetta disabitata è letteralmente implosa, per un cedimento del solaio. Una casualità che ha comportato difficoltà di gestione, in una giornata già di per sé funestata da incendi d'ogni genere, specie nel basso Salento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rogo si scatena nel deposito, distrutti anche mezzi da lavoro

LeccePrima è in caricamento