Far West nell'area servizi: rapinatori agguantano bottino e sparano in aria

L'assalto intorno alle 18 lungo la Lecce-Villa Convento, nell'area servizi del gas metano. Tre i malviventi giunti a bordo di una Punto, rubata ieri a Copertino. Avevano un fucile a canne mozze e una pistola. Prima di fuggire, esploso un colpo a scopo intimidatorio. Indagano i carabinieri del Norm

LECCE – Un colpo di pistola in aria, giusto per farsi largo al momento della fuga e lasciar intuire che meglio sarebbe stato non farsi passar per la testa l’idea di abbozzare una reazione, un inseguimento, atti d’eroismo.

Le classiche scene da Far West, si potrebbe dire, e mai come questa volta, anche se la location non era un saloon texano, ma il distributore di gas metano lungo la strada provinciale che collega Lecce a Villa Convento, frazione che il capoluogo condivide con Novoli. 

Erano quasi le 18 del pomeriggio, quando all’improvviso, all’interno dell’area di servizi, collocata quasi all'ingresso della frazione, ha fatto ingresso una Fiat Punto di colore azzurro. Un’auto vecchio modello, che poi si sarebbe scoperto dalla targa essere fresca di furto: è stata rubata proprio ieri a Copertino.

Dentro, dunque, non c’erano normali avventori giunti per un rifornimento di carburante, ma tre banditi pronti a fare razzia. Per la verità, tutto è durato pochi secondi, non più di dieci o quindici, anche perché i malviventi non si sono avventurati oltre il primo operaio addetto al rifornimento che gli è capitato a tiro.

I rapinatori, secondo i testimoni, avevano giubbotti scuri e passamontagna in volto. Uno è rimasto alla guida con il motore acceso, altri due hanno spalancato gli sportelli e sono scesi, armati di fucile a canne mozze e pistola. L’operaio non ha potuto fare altro che alzare le mani, mentre uno dei malviventi ha arraffato il borsello contenente il denaro incassato fino a quel momento.

IMG-20140429-WA0001-3Poi, un attimo prima di salire in auto, il colpo in aria, esploso con la pistola. Un’arma finta, forse, perché lo sparo avrebbe provocato un rumore debole, che nondimeno ha suscitato l’inevitabile effetto sorpresa.

I tre si sono quindi immediatamente dileguati, mentre sul posto, contattati dai presenti, sono giunti i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Lecce e della stazione di Monteroni (questi ultimi per competenza territoriale), che hanno avviato sia le indagini sul posto, sia le ricerche tramite auto smistate in tutto il circondario. Dei malviventi, però, finora nessuna traccia. Così come non è stato trovato per terra alcun bossolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda il bottino, invece, è al momento da quantificare, ma non dovrebbe superare qualche centinaio di euro. I militari, nel frattempo, hanno visionato le immagini del sistema di videosorveglianza per cercare elementi utili a rintracciare i malviventi.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento