Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Lecciso riconsegna la delega ma per ora resta assessore

L'ex titolare dell'ambiente a San Cesario motiva la scelta nella mancanza di collegialità all'interno della giunta Girau. Ma per Spazio Comune, si starebbe consumando soltanto l'ennesima "farsa"

SAN CESARIO - Giovanni Lecciso si dimette da capogruppo al comune di San Cesario di Lecce e restituisce la delega all'ambiente. Per Spazio comune "la solita farsa". Lecciso ha così motivato le proprie dimissioni presentate al sindaco Antonio Girau: "Sono quattro anni che lamento non solo la mancanza di collegialità nelle decisioni ma addirittura la mancanza di ogni possibilità di discussione, pertanto rimetto la delega assessorile da Lei conferitami e rassegno formalmente le dimissioni di capogruppo".

Ma dall'opposizione, arriva il commento dei rappresentanti di Spazio Comune, Antonio Ciricugno, Marina Rollo e Pietro Capone, che dichiarano: "Meglio tardi che mai. Lecciso sia consequenziale. Se vuole essere credibile, rassegni le dimissioni da assessore. Altrimenti siamo di fronte all'ennesima farsa. In presenza di accuse così gravi, la sua permanenza in giunta sarebbe incomprensibile. A meno che non abbia altri interessi da salvaguardare".

I consiglieri di Spazio Comune sottolineano come nella sua lettera Lecciso contesti il bilancio di previsione all'ordine del giorno del consiglio del 26 luglio, che meno di un mese fa "ha difeso nelle commissioni e votato in giunta": "Cercheremo di capire - affermano - se l'atteggiamento di Lecciso rappresenti soltanto un episodio di schizofrenia politico-amministrativa oppure è la manifestazione di un dissenso che oltrepassa le contestazioni descritte nella comunicazione di dimissioni".

Fra l'altro, secondo Spazio Comune, in queste ore nell'ambiente di maggioranza risulterebbe presente un clima di forte tensione all'indomani della commissione consiliare nella quale è stato presentato il Piano Urbanistico Generale (Pug) che sta riaprendo "quelle vecchie ferite che cinque anni fa provocano la spaccatura della maggioranza guidata da Serra": "I fatti dimostreranno - affermano - se l'improvviso mal di pancia di Lecciso è estraneo alle scelte relative al Pug del sindaco e del suo assessore all'urbanistica, Andrea Romano, illustrate in Commissione il 19 luglio".


Con Lecciso cadrebbe, per i consiglieri di opposizione, il sostegno politico che da circa due anni farebbe sopravvivere "l'agonizzante giunta Girau": "Se Lecciso vorrà garantire dignità alle sue parole - concludono - non potrà votare il bilancio di previsione 2011 e Girau dovrebbe avere a disposizione solo 8 voti su 17: un numero insufficiente per approvare il bilancio, con la conseguenza del commissariamento. Rivolgiamo ai cittadini l'invito a partecipare al consiglio di martedì 26 luglio, per verificare di persona l'arroganza politica del Sindaco Girau che per San Cesario incarna la peggiore esperienza amministrativa di tutti i tempi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecciso riconsegna la delega ma per ora resta assessore

LeccePrima è in caricamento