Cronaca Copertino

Legato a una corda trascina con auto un cane. Che muore

Denunciato per maltrattamenti di animali un 50enne di Copertino. La segnalazione, anonima, al 112, poi l'arrivo della pattuglia dei carabinieri. Ma la povera bestia, un meticcio, era ormai spirata

112-8

COPERTINO - Stava trascinando con una corda un povero cane, un meticcio di taglia media, di colore scuro. Con una corda, sì. Ma non a passeggio. Una corda attaccata alla sua auto. E tutto questo, in una via del centro, tanto che il gesto non è sfuggito agli occhi di diversi altri cittadini, stupefatti e inorriditi da tanta crudeltà. Uno di questi, ha così richiesto l'intervento dei carabinieri, componendo il 112. Tutti da comprendere i motivi di un gesto simile, se l'animale fosse già morto quando sono arrivati i militari con la pattuglia, o se sia deceduto a causa di quella che appare una vera e propria barbarie.

Certo è che Per T.A., 50enne, è scattata una denuncia penale. Dovrà rispondere di maltrattamenti di animali. Il fatto è avvenuto questa mattina a Copertino. Una voce anonima ha raggiunto la sala operativa della compagnia di Gallipoli, avvisando di quanto stava avvenendo in quel momento, praticamente sotto i propri occhi: un cane era legato e trascinato con un'auto nelle vie del centro. Una segnalazione un po' bizzarra, tanto da poter apparire quasi uno scherzo, specie considerando il fatto che la persona, dall'altro capo del telefono, ha voluto fermamente restare anonima.


La centrale ha così avvisato una pattuglia della tenenza di Copertino, già in moto nelle vie della città per un controllo di routine del territorio, invitandola a spostarsi nella zona segnalata, per verificare la fondatezza della segnalazione sui presunti maltrattamenti ai danni di un cane. E quando i militari sono arrivati sul posto, hanno potuto constatare con orrore che era tutto vero. Hanno trovato il 50enne ancora in auto, con il cane, ormai purtroppo morto, legato e trascinato sull'asfalto nudo. L'uomo è stato fermato e per lui è scattato il deferimento alla Procura di Lecce. Un atto di rara crudeltà, per il quale è molto difficile trovare giustificazioni di sorta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legato a una corda trascina con auto un cane. Che muore

LeccePrima è in caricamento