Cronaca

Leone De Castris sarà il nuovo procuratore di Lecce. Per lui il voto del Csm

La nomina è stata votata all'unanimità dal plenum del Consiglio superiore della magistratura. Sostituirà Cataldo Motta

LECCE – L’ufficialità è arrivata nella mattinata. Leonardo Leone De Castris è il nuovo procuratore della Repubblica di Lecce. La nomina è stata votata questa mattina all’unanimità dal plenum del Consiglio superiore della magistratura. A De Castris il compito (nonché l’onore e l’onere) di sostituire Cataldo Motta, che per otto anni ha guidato la Procura del capoluogo salentino e che a dicembre scorso, dopo oltre quarant’anni trascorsi in prima linea nella lotta alla criminalità e come servitore dello stato, ha lasciato la magistratura per sopraggiunti limiti di età.

Il procuratore Leone De Castris, 57enne leccese, lascia la Procura di Foggia a distanza di quasi quattro anni (si era insediato il 3 giugno 2013). Una carriera costellata di successi professionali la sua. A soli 27 anni era già sostituto procuratore a Brindisi, negli anni più difficili della lotta alla Sacra corona unita. Dieci anni dopo l’approdo alla Direzione distrettuale antimafia di Lecce. Prima di Foggia ha guidato per quattro anni e mezzo la Procura di Rossano Calabro. 

In trent’anni di magistratura ha seguito processi importanti, come l’omicidio del contrabbandiere Vito Ferrarese, ucciso nella notte tra il 14 e il 15 giugno del 1995, con il coinvolgimento dei vertici della questura di Brindisi. Poi il naufragio della “Kater I Rades ”, una delle prime stragi di migranti, in cui riuscì a ottenere il recupero del relitto. Nella lotta alla Scu fondamentale si è rivelato il cosiddetto processo “Mediana”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leone De Castris sarà il nuovo procuratore di Lecce. Per lui il voto del Csm

LeccePrima è in caricamento