Sabato nero: tre rapine in poco più di un'ora in farmacia e due discount Eurospin

Alle 19,30 il primo assalto, a Lequile, nell'attività gestita dalla dottoressa Alaibac. Ad agire due soggetti fuggiti a bordo di un furgone, forse gli stessi degli ultimi giorni. Gli altri assalti in supermercati di Galatone e Aradeo, ma il primo tentativo è andato a vuoto per la reazione del cassiere

Carabinieri questa sera sul luogo della rapina.

LECCE – Un sabato nero. Decisamente. Tre rapine in poco più di un’ora, fra le 19,30 e le 20,50. E fanno quattro se si mette in conto anche quella accaduta a Lecce nel primo pomeriggio, dov’è stato assalito un commerciante, titolare di una ferramenta (ne riferiamo a parte, Ndr).  

Una però è miseramente fallita. Il cassiere è fuggito lasciando il registratore ben chiuso e i malviventi in ambasce, al punto tale che hanno preferito dileguarsi e cercare un altro obiettivo, piuttosto che rischiare d’imbattersi nelle forze del’ordine. Sapevano bene che in pochi minuti sarebbero piombati in massa.

Ad agire, due diverse coppie di rapinatori che hanno colpito l’hinterland del capoluogo da un lato e l’area centrale dall’altra. Il primo episodio risale alle 19,30 circa. Teatro, il centro abitato di Lequile. Mancava poco alla chiusura, quando all’improvviso un malvivente armato di pistola è piombato dentro la farmacia gestita dalla dottoressa Paola Alaibac, in via Trieste.

All’esterno era atteso da un complice, appostato in un furgone bianco. Forse un Fiorino, probabilmente lo stesso comparso sulla scena di altri crimini che sono avvenuti nelle ultime settimane fra Lecce e dintorni. Basti citare le rapine alla farmacia “Barbagallo” di Magliano, poi nello studio leccese di un ginecologo, in via Marcianò, infine al discount “Dimeglio”, sempre a Magliano, frazione di Carmiano.

Il copione, anche questa sera a Lequile, il solito. Un’azione molto rapida che ha visto un rapinatore fare irruzione all’interno con volto travisato e, forte della minaccia dell’arma stretta in pugno, pretendere che fosse consegnato il denaro. Il danno deve essere ancora quantificato con precisione.

Il soggetto è poi subito fuggito verso l’esterno, salendo a bordo del furgone guidato dal complice. I due si sono dileguati in pochi istanti. In via Trento si sono recati i carabinieri della stazione di San Pietro in Lama e del Norm di Lecce. Saranno visionati i filmati di videosorveglianza per cercare di dare un nome ai due malviventi che sembrano davvero non volersi più fermare (ammesso che si tratti sempre degli stessi, come s’ipotizza).

Se Lequile ha aperto le danze, Galatone le ha continuate e Aradeo le ha chiuse. Fra le 20,20 e le 20,50, altri due rapinatori, questa volta a bordo di una Fiat Punto grigia (auto risultata rubata, come si è evinto dalla targa), hanno assalito due diversi discount della catena Eurospin. Il primo a Galatone, in via Cairoli. Solo che qui la ciambella non è riuscita con il buco. Una volta entrati, i malviventi hanno trovato nel giovane alla cassa una reazione inattesa.

Appena ha visto volti coperti e pistola, ha chiuso tutto ed è scappato. E non c’è stato verso di aprire il cassetto. A quel punto, i malviventi hanno deciso di dileguarsi. Sul posto sono giunti i carabinieri della stazione di Galatone, dipendenti dalla compagnia di Gallipoli, ma proprio mentre stavano ascoltando le testimonianze ed effettuando i rilievi, ecco arrivare la notizia di un altro colpo, questa volta consumato, ai danni del supermercato dello stesso marchio, ad Aradeo, in via Paolo VI. L’auto, identica. Ad agire, sempre in due.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Determinati a portare a casa un bottino, dunque, dopo il primo fallimento, i rapinatori non hanno mollato la presa ed hanno trovato meno resistenza in una cassiera che, terrorizzata quando è stata minacciata con l’arma, non ha potuto fare nulla se non assecondarli. I due hanno così arraffato circa 2mila euro ed hanno definitivamente fatto perdere le tracce. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione locale e del Norm di Gallipoli. Anche in questi casi la speranza è che dalle videocamere si rilevi qualche dettaglio utile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento