Stupefacenti nella stanza da letto e pistola in garage, ottiene i domiciliari

Enrico Cavallo, il 24enne di Lequile arrestato nei giorni scorsi, ha lascito il carcere, dopo l'udienza di convalida di stamattina

LECCE – Il giudice per le indagini preliminari Sergio Tosi ha concesso i domiciliari, questa mattina, nel corso dell’udienza di convalida, a Enrico Cavallo, il 24enne di Lequile, difeso dall’avvocato Loredana Pasca, arrestato nei giorni scorsi e condotto in carcere, dopo essere stato trovato con marijuana, cocaina e una pistola con numero e matricola abrasa.

Cavallo era tenuto d’occhio da qualche tempo dagli investigatori della squadra mobile, che, dopo averlo fermato mentre stava uscendo da casa in auto, la mattina del 28 gennaio, aveva eseguito dapprima una perquisizione domiciliare, trovando nella sua stanza da letto circa 75 grammi di marijuana suddivisi in venti dosi confezionate e pronte per la vendita, 2 grammi di cocaina suddivisa in tre dosi, tutte confezionate con cellophane di colore bianco saldato all’estremità con nastro adesivo nero, un bilancino elettronico di precisione e diverso materiale simile a quello utilizzato per confezionare le dosi di sostanza stupefacente.

In seguito, tramite le chiavi di un garage che Cavallo custodiva in un marsupio, i poliziotti avevano fatto anche una seconda e più inquietante scoperta: in una busta di cellophane, una maglietta avvolgeva una rivoltella priva di numero e matricola, riportante sulle guanciole del calcio la sigla H&R e, insieme ad essa, un sacchetto di tela nero contenente nove cartucce calibro 7,65. Oggi, comunque, il giovane ha ottenuto un’attenuazione della misura cautelare, lasciando il carcere di Borgo San Nicola e tornando a casa, dove, però, dovrà restarvi confinato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento