rotate-mobile
Cronaca Castrignano del Capo / Piazza Savoia

Raid in piazza davanti al bar di notte, scoppia rissa. Due ragazze ferite, denunciati in 4

È successo a Santa Maria di Leuca. A dare il via a tutto sarebbero stati quattro soggetti poi scappati con un'auto scura di grossa cilindrata. Le giovani vittime incolpevoli dei colpi dati alla cieca. Sul posto sono piombati carabinieri con più auto di pattuglia e polizia

SANTA MARIA DI LEUCA – Due ragazze ferite, per fortuna non in modo grave, anche se per una è stato necessario il trasporto in ospedale, a Tricase, per qualche accertamento. Ma il bilancio dell’aggressione avvenuta nel pieno della notte a Santa Maria di Leuca avrebbe potuto essere più pesante, anche perché a rimanere coinvolti sono stati più giovani.

Almeno una cinquantina erano quelli che, nella notte, affollavano piazza Savoia, a Santa Maria di Leuca, nei pressi del Vesoma Caffè, nonostante l’orario. Quello che è apparso un vero e proprio raid, opera di quattro soggetti, è avvenuto, infatti, intorno alle 4. Il gruppo, a seguito delle prime indagini e ricerce, è stato identificato e denunciato nella serata di oggi. Si tratta di quattro individui, tutti di Presicce Acquarica, volti nomi alle forze dell'ordine. Al termine dei controlli, su disposizione del pm di turno, sono stati iscritti nel registro degli indagati.

Cosa sia successo, perché si sia arrivati alla violenza fisica, a tavoli rovesciati e sedie “volanti”, stanno cerando di appurarlo i carabinieri della stazione di Castrignano del Capo, ai quali sono affidate le indagini e che si stanno quindi occupando di raccogliere testimonianze. Sta di fatto che a un certo punto davanti al locale sono piombati quattro soggetti. Forse qualche conto in sospeso con altre persone - due in particolare -, per motivi tutti da chiarire. Di certo, si è creato un parapiglia durante il quale si è probabilmente colpito anche un po’ alla cieca, fino a provocare danni collaterali. Insomma, le ragazze lievemente ferite sarebbero vittime incolpevoli della rissa. Ed è possibile che i contusi reali siani stati pure di più, solo che, come a volte accade in simili circostanze, qualcuno potrebbe aver preferito evitare sanitari e ospedali per non essere messo in relazione con i fatti.  

Ovviamente, sono state diverse le telefonate al 112 e sul posto sono piombate più auto di pattugliamento notturno sul territorio del Capo di Leuca: una del Nucleo operativo e radiomobile di Tricase, altre due facenti capo alle stazioni di Gagliano del Capo e Spongano; in più, come ulteriore supporto, è arrivata anche una volante del commissariato di polizia di Taurisano.

Al suono delle sirene molti si sono allontanati in fretta dalla piazza, ragion per cui si è saputo da coloro che erano rimasti sul posto che i quattro i quali avrebbero dato il via a tutto erano nel frattempo scappati a tutta velocità con un’auto scura, di grossa cilindrata. Per poi essere identificati nel corso della serata di oggi. E ora, spetta ai carabinieri della stazione di Castrignano del Capo, competenti per territorio, cercare di ricostruire la vicenda nei dettagli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raid in piazza davanti al bar di notte, scoppia rissa. Due ragazze ferite, denunciati in 4

LeccePrima è in caricamento