rotate-mobile
Cronaca Leverano

“Gay, dacci da bere anche se sei mezzo uomo”. E poi botte: in tre a rischio processo

I fatti sono avvenuti nell'estate del 2021 a Leverano. Fra gli imputati c'è anche un agente della polizia penitenziaria. La vittima aveva riportato lesioni per quindici giorni di prognosi

LECCE – In tre rischiano il processo per una vicenda che risale al 25 agosto del 2021, il pestaggio del titolare del pub Barattolo a Sud di Leverano, oggi 44enne. Era tarda ora quando avrebbero fatto irruzione nel locale, arrivando ad aggredirlo e a procurargli lesioni per quindici giorni. Concorso in lesioni personali e violenza privata, con l’aggravante della finalità di discriminazione e di odio sono i reati dai quali dovranno difendersi gli imputati per cui il pubblico ministero Donatina Buffelli ha chiesto il rinvio a giudizio.

Si tratta di Silvio Mario Spagnolo, 71enne commerciante di Carmiano, dell’agente di polizia penitenziaria Pasquale Cipullo, 50enne di Santa Maria Capua Vetere (provincia di Caserta) e di Angelo Elio Durante, 60enne imprenditore di Leverano. Ad aprire le danze – si fa per dire –, sarebbe stato Spagnolo che, con toni arrogati e intenti discriminatori, avrebbe preteso da bere “la costa più costosa, anche se siete uomini a metà visto che siete gay”. E, usando termini anche più pesanti, si sarebbe dichiarato “orgogliosamente fascista”, aggiungendo che “l’Italia va avanti grazie a noi”.

Davanti alle proteste, si sarebbe così arrivati alle percosse vere e proprie, con Spagnolo che avrebbe tirato un paio di schiaffi sul volto del titolare del pub e Cipullo che l’avrebbe poi afferrato alle spalle, spingendolo verso un angolo e facendogli urtare il viso sulla parete. Durante, dal canto suo, entrato nel locale con i suoi amici, avrebbe assistito all’intera scena senza muovere un dito per frenarli. Di fatto, secondo il pubblico ministero, consentendo che gli altri consumassero l’aggressione.  

Le indagini sul caso sono poi state portate avanti dalla Digos e ora il giudice Silvia Saracino ha fissato l’udienza preliminare per il prossimo 13 ottobre. Durante è difeso dagli avvocati Sandro Matino e Andrea Sambati, Spagnolo e Cipullo dall’avvocato Antonio Piccolo. La parte offesa, il titolare del bar, è rappresentato dall’avvocato Francesco Cazzato, con il quale si costituirà parte civile nell’eventuale processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Gay, dacci da bere anche se sei mezzo uomo”. E poi botte: in tre a rischio processo

LeccePrima è in caricamento