rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Cronaca Leverano

Perquisizione nel deposito, c’era 1 chilo di marijuana: arrestato 39enne

Blitz dei carabinieri della stazione di Leverano e del nucleo cinofili di Modugno in un'azienda alla periferia del paese

LEVERANO – Movimenti sospetti nei pressi di un’azienda agricola di famiglia. Scatta la perquisizione mirata e arriva la scoperta: 1 chilogrammo di marijuana. Tutto  custodito in un pacco, dentro il deposito, alla periferia del paese. Ed è arrivato l’arresto per Massimo Montinari, 39enne di Leverano. L’uomo, ora, si trova ai domiciliari, come disposto dal pubblico ministero di turno, Stefania Mininni.

Insospettabile, certo, non avendo precedenti. Eppure, su Montinari, già da qualche tempo si erano posati gli occhi dei carabinieri della stazione locale. Troppi spostamenti, nelle ultime due settimane. Probabilmente, qualcosa che deve aver messo in guardia gli uomini guidati dal maresciallo Gianluca Pagliara.

DROGA MONTINARI-2Così, prima hanno iniziato le osservazioni, poi, questo pomeriggio, è arrivata una perquisizione vera e propria. Con tanto di nucleo cinofilo di Modugno al seguito. Ed è stato il cane antidroga a fiutare la marijuana. Un quantitativo tale da giustificare molto difficilmente il possesso personale. Fra l’altro, è stato scoperto un altro involucro, che potrebbe aver contenuto un quantitativo più o meno simile, ma che era vuoto.

Montinari non abita lì, anche se ha una stanza, una sorta di ricovero di fortuna. Tantomeno, altri parenti erano al corrente di nulla. Avrebbe fatto tutto in proprio, insomma. E, nel frattempo, i carabinieri hanno svolto un secondo sopralluogo, nel suo domicilio. Qui, però, non è stato trovato nulla. Né materiale per il confezionamento, né altro. Per il 39enne, è scattato l’arresto. E’ difeso dall’avvocato Massimo Zecca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perquisizione nel deposito, c’era 1 chilo di marijuana: arrestato 39enne

LeccePrima è in caricamento