Nella calca della festa rubano smartphone e tentano estorsione: acciuffati

Un contatto apparso fortuito nella calca di "Birra e Sound" è stato in realtà un modo per sottrarre un cellulare dalla tasca di una 18enne. Quando la ragazza s'è accorta del furto ha preso contatto con due, per riavere il maltolto in cambio di soldi. Ma all'appuntamento c'è andata con i carabinieri

Birra e Sound (foto di Antonio Quarta).

LEVERANO – Hanno approfittato della bolgia per cercare di spillare soldi facili con la tecnica del cavallo di ritorno: “Per 300 euro riavrai il tuo smartphone”. Peccato che la vittima, dopo la distrazione iniziale, si sia dimostrata più furba di loro, mettendoli in trappola, ottenendo indietro il dispositivo mobile e permettendo ai carabinieri di arrestare i colpevoli.

Gabriel Bostan di 30 anni e Petronel Budeanu di 27, rumeni, ma residenti a Leverano dove lavorano presso un’azienda agricola, come tanti giovani e meno giovani si sono ritrovati ieri sera nell’area mercatale, dov’è in pieno svolgimento la manifestazione “Birra e sound”. E fra stand e musica, in mezzo alla folla, sono riusciti con uno stratagemma a sottrarre a una ragazza di 18 anni uno smartphone. Approfittando della calca, uno dei due l’è finito addosso. Un contatto inizialmente sembrato fortuito.

Tuttavia, come colta da un sospetto inconscio, ha avuto modo di guardare bene quel ragazzo, apparentemente maldestro, memorizzando il suo volto e quello dell’amico che l'accompagnava. Poco dopo si è accorta che dalla tasca posteriore dei jeans mancava lo smartphone. A quel punto, ha avuto chiaro il quadro e, contando anche sull’appoggio di alcuni amici che le hanno prestato un cellulare, ha preso coraggio, decidendo di chiamare la sua utenza.

BOSTON GABRIEL 1-2Ha dovuto provare più volte, ma alla fine ha risposto uno straniero che le ha subito messo davanti una proposta di “scambio”: soldi per il telefono. E dopo una sorta di contrattazione, si sono concordati 300 euro per la restituzione, luogo e altri dettagli per portare a termine l’accordo.

A quel punto, però, la ragazza ha pensato bene di mettere al corrente di tutto il servizio di sicurezza disposto dall’organizzazione che ha chiamato i carabinieri del Nucleo radiomobile di Campi Salentina.

BUDEANU PETRONEL 1-2Militari e personale di sicurezza si sono così mimetizzati tra la folla, assistendo alla vicenda. I due si sono presentati puntuali all’appuntamento, e, prima di esibire lo smartphone, hanno voluto vedere i soldi. E’ stato a quel punto che è scattata la trappola. Il giovane con il cellulare in mano è stato acciuffato subito. Il complice è riuscito a far perdere le tracce fuggendo in mezzo alla calca, ma, circa un paio d’ore dopo, è stato trovato nei pressi dell’abitazione in cui risiede.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dichiarati in arresto, sono stati condotti ai domiciliari su disposizione del pubblico ministero di turno, Carmen Ruggiero. Rispondono di furto aggravato con destrezza e tentata estorsione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento