Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Ladri smontano 250 pannelli fotovoltaici e fuggono: maxi-furto da 200mila euro

Il colpo nella notte nelle campagne di Leverano, ai danni della Grow Energy. La banda è riuscita a disattivare il sistema d'allarme, a tagliare la recinzione e a caricare la refurtiva su qualche camion. La scoperta è avvenuta questa mattina. Sul posto i carabinieri della compagnia di Campi Salentina

Foto e gallery di Antonio Quarta.

LEVERANO – Un colpo che ha lasciato il segno. Anzi, i segni. In particolare, quelli delle ruote del camion impiegato per caricare e trasportare chissà dove la refurtiva, rimasti impressi nella terra. Oltre al taglio della recinzione. Ben cinque metri recisi con una cesoia, per fare spazio al mezzo e avviarsi al “lavoro”.

Sono gli indizi più evidenti dai quali partiranno questa mattina i carabinieri della compagnia di Campi Salentina e della stazione di Leverano, sotto il coordinamento del capitano Nicola Fasciano, per cercare di identificare i colpevoli di un furto di pannelli fotovoltaici. E non un furto da poco. Nella notte, infatti, dopo le 23, ignoti sono ne riusciti a violare il sistema di sorveglianza e rubarne da una serra ben 250, all’incirca la metà di quelli presenti. Il valore oscilla tra i 180 e i 200mila euro.

Il fatto è avvenuto in località Mullacca, nelle campagne leveranesi. Al luogo si accede da una via laterale, rispetto alla provinciale Lecce-Porto Cesareo, nel tratto che collega Leverano a Monteroni di Lecce. Le avvisaglie sono giunte intorno alle 23,15. A quell’ora, infatti, l’antifurto collegato a un istituto di sorveglianza è scattato e la centrale operativa ha inviato sul posto una guardia giurata.

E’ molto più che probabile che la banda stesse già cercando di manomettere l’impianto, ma che il primo tentativo sia fallito. Tant’è. Il vigilante ha svolto un sopralluogo, facendo il giro dell’intero perimetro, ma non ha scoperto nulla di particolare. I malviventi si erano nascosti, è chiaro. Attendendo che la guardia risalisse nell’auto di pattuglia e proseguisse altrove la sua ronda notturna.

Una volta libero il campo, si può immaginare che i ladri siano tornati alla carica, riuscendo nel loro intento di disattivare il sistema. E a quel punto hanno avuto gioco facile. Tagliata la recinzione sono entrati nel campo, una serra al momento non ancora coltivata, e che sarebbe stata alimentata da quei preziosi pannelli. Tutta proprietà privata della Grow Energy, azienda ttiolare di un’altra decina di impianti foto. Ironia della sorte, quello depredato questa notte è l’unico non ancora assicurato.

La banda ha impiegato almeno tre ore per smontare tutto e riempire un camion. Poi, via a marce levate prima del levar del sole. Il furto è stato scoperto soltanto questa mattina. E sono stati chiamati i militari per un sopralluogo.

Furti ai danni di impianti fotovoltaici non sono infrequenti e di recente episodi analoghi si sono verificati anche nelle province vicine. Anche se quello avvenuto a cavallo fra la notte e le prime luci dell’alba di oggi nell’agro di Leverano si segnala per essere fra i più grossi degli ultimi tempi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri smontano 250 pannelli fotovoltaici e fuggono: maxi-furto da 200mila euro

LeccePrima è in caricamento