rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Leverano / Via dei Tigli

La folle notte del ladro maldestro, al terzo tentativo di furto si ferisce con i vetri

A Leverano, un soggetto, non riuscendo a forzare l'ufficio di un distributore, ha prima danneggiato un'auto e poi si è intrufolato in una pizzeria. Bottino magro, forse nullo e sangue ritrovato sul posto

LEVERANO – La folle notte del ladro maldestro che, all’apoteosi di tutto, ovvero al terzo tentativo di furto su altrettanti obiettivi diversi, si è anche ferito, probabilmente tagliandosi con i cristalli della vetrata di una pizzeria che aveva appena sfondato usando un grosso masso. Ed è dovuto scappare via a mani vuote, anche perché stavano arrivando i proprietari sul posto, avvisati da un passante su quanto stesse avvenendo.

Teatro della storia, successa intorno all’una circa di notte, è stata la cittadina di Leverano, dove qualcuno che ha agito probabilmente in solitaria ha provocato una serie di danni anche piuttosto costosi, a fronte di un bottino pari, con ogni probabilità, a una cifra vicina allo zero.

Per prima cosa, il misterioso individuo ha provato a fare il classico colpo con “spaccata” ai danni dell’area carburanti Conversano di via Cesarea. Qui, si è accanito contro la porta d’ingresso della piccola costruzione annessa, adibita a ufficio, non riuscendo però nell’impresa. Non pago, e restando nella stessa area di servizio, a quel punto ha rivolto le sue attenzioni su un’autovettura parcheggiata, una Mini Cooper, sfondando uno dei vetri. È probabile che in questo caso cercasse oggetti di qualche valore o utilità lasciati nell’abitacolo.

Il ladro ha provocato danni ovunque

Il culmine di tutto, però, si è avuto nel momento in cui il soggetto si è spostato verso la Villa comunale. E qui ha pensato bene di concentrare le energie residue, dopo le precedenti scorrerie, contro la pizzeria Blue Star di via dei Tigli, ieri sera chiusa per turno di riposo.

Afferrato un grosso masso ha quindi rotto il vetro della porta e si è infilato nel locale, iniziando a rovistare ovunque con particolare foga, non limitandosi al registratore di cassa, ma scaraventando all’aria tavoli e sedie, rompendo bicchieri e bottiglie. Un giovane che stava passando in quel momento, però, si è accorto dell’effrazione e ha contattato i proprietari, sui conoscenti, i quali in pochi istanti sono arrivati sul posto. Il soggetto, a quel punto, è scappato. E, all’interno, si è poi notato che aveva perso del sangue, tagliandosi durante la sua incursione.

Quanto avvenuto nell’area carburanti, invece, si è scoperto solo questa mattina, al momento dell’apertura dell’attività, ma c’è voluto poco a riannodare i fili della vicenda e comprendere che all’origine di tutto dovrebbe esservi sempre lo stesso soggetto. Sui casi stanno ora lavorando i carabinieri della stazione locale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La folle notte del ladro maldestro, al terzo tentativo di furto si ferisce con i vetri

LeccePrima è in caricamento