Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Libera informazione: il "V2 Day" di Grillo a Lecce

Anche a Lecce, come in tutta Italia, venerdì 25 aprile si terrà il "V2 Day" ideato da Beppe Grillo e questa volta dedicato alla "Libera Informazione in Libero Stato". Appuntamento in piazzetta De Pace

Anche a Lecce, come in tutte le piazze d'Italia, venerdì 25 aprile si terrà il "V2 Day" ideato da Beppe Grillo e questa volta dedicato alla "Libera Informazione in Libero Stato". L'evento sarà coordinato dai vari meetup degli "Amici di Beppe Grillo". Il meetup "Salentini Uniti con Beppe Grillo" sarà dalle 10 fino a mezzanotte, in Piazzetta De Pace, nei pressi delle Poste centrali, dove saranno posizionati i banchetti per la raccolta delle firme per tre quesiti referendari: abolizione dell'ordine dei giornalisti (presente solo in Italia), la cancellazione dei contributi pubblici all'editoria che, secondo Grillo la rende dipendente dalla politica, e l'eliminazione della Legge Gasparri sulla radiotelevisione per una informazione libera dal duopolio partiti-Mediaset.

Durante la manifestazione è previsto un collegamento in diretta via internet con tutte le altre piazze d'Italia ed in particolare con Torino, dove si terrà l'evento principale con la partecipazione di Beppe Grillo e di numerosi artisti che hanno aderito al V2-day. Ecco nel dettaglio i punti referendari: "Abolizione dell'ordine dei giornalisti. L'ordine dei giornalisti ha creato una casta autoreferenziale. Informare è invece un diritto di tutti. Abolizione del finanziamento pubblico all'editoria. Il finanziamento pubblico all'editoria costa un miliardo di euro all'anno. I politici pagano gli editori per poterli usare e controllare. Abolizione del Testo Unico Gasparri sulla radiotelevisione. In nessuna democrazia del mondo una legge vergognosa come la Gasparri consegna le televisioni ad un gruppo privato come Mediaset e ai partiti. L'informazione va restituita ai cittadini".

"L'Italia è stata classificata dalla Freedom House solamente al 61° posto nella classifica mondiale della libertà di stampa del 2007 (79° nel 2006), dietro a molti Stati africani e dell'Europa dell'est - si legge nella nota - e ci sono buoni e anche ottimi giornalisti, ma non sono liberi di fare vera informazione. Il 25 aprile non è contro di loro - continua il comunicato - ma contro l'ingerenza della politica nell'informazione. Il finanziamento pubblico all'editoria costa ai cittadini quasi 700 milioni di euro l'anno".

Per maggiori informazioni:

https://beppegrillo.meetup.com/167

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libera informazione: il "V2 Day" di Grillo a Lecce

LeccePrima è in caricamento