rotate-mobile
Cronaca Gallipoli

"Liberate" cinque spiagge a Gallipoli e Salve: quattro i denunciati

Il bilancio della recente attività di controllo del litorale del personale della capitaneria di porto riferisce di 165 ombrelloni e 347 lettini sequestrati

GALLIPOLI/SALVE – Il bilancio della più recente attività di controllo svolto dalla capitaneria di porto di Gallipoli, che ha competenza su tutto il litorale della provincia di Lecce, racconta di 2mila metri quadrati di arenile sottratti a un utilizzo abusivo e arbitrario da parte di gestori di stabilimenti e noleggiatori di attrezzature balneari.

I militari della guardia costiera hanno denunciato quattro persone e sequestrato 165 ombrelloni e 347 lettini, tra Salve e Gallipoli. In quest’ultima località due gli interventi: uno in località Baia Verde, dove due aree attigue a quelle date in concessione a un lido erano state occupate per ampliare, di fatto, l’offerta di servizi: la superfici interessata era di 426 metri quadrati di spiaggia libera occupati con 46 ombrelloni e 94 lettini; l’altro in località Punta Pizzo, dove un noleggiatore aveva preso possesso di una spiaggia di circa 400 metri quadrati con 9 ombrelloni e 65 lettini.

Nel territorio di Salve, precisamente in località Cabina, il personale dell’Ufficio locale marittimo di Santa Maria di Leuca ha deferito all’autorità giudiziaria due soggetti, titolari di una ditta di noleggio, per aver occupato due porzioni di spiaggia libera, per una estensione di 1.125 metri quadrati, con 110 ombrelloni e 188 lettini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Liberate" cinque spiagge a Gallipoli e Salve: quattro i denunciati

LeccePrima è in caricamento