Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Lite per futili motivi nel bar, estrae un coltello e dopo sfonda la porta a vetri

Casarano, 54enne guai. Ha reagito male, quando il titolare ha chiesto a vari avventori se sapessero di un salvadanaio sparito

CASARANO – Prima la minaccia con il coltello, poi un colpo ben assestato al vetro della porta d’ingresso di un bar, facendolo crollare letteralmente a terra. Dopo una breve indagine, i carabinieri della  Sezione operativa della compagnia di Casarano e della stazione locale, hanno rintracciato questa mattina e denunciato a piede libero A.C., 54enne, di Casarano. L’uomo risponde di minaccia aggravata, danneggiamento aggravato e porto abusivo di oggetti atti a offendere.

Il fatto risale alla sera del 30 gennaio. Erano le 22 circa quando fra l’uomo e il titolare di un bar del centro, è divampato un diverbio, per motivi piuttosto futili, ma con una reazione a dir poco spropositata, ovvero, con tanto di minaccia, usando l’arma bianca, di ben 23 centimetri. Il poprietario del locale, rammaricato per la sparizione di un salvadanio collocato nel bar, aveva giusto iniziato a chiedere informazioni ai vari clienti. Tra cui il 54enne. Che, però, ha reagito molto a malo modo. 

Non contento, allontanandosi dal locale, il 54enne ha poi anche frantumato la vetrata. Sul caso si sono messi a indagare i carabinieri che, nel corso di una perquisizione in casa dell’uomo, hanno ritrovato l’arma utilizzata, che è stata sequestrata. E per il 54enne sono scattati i deferimenti alla Procura di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite per futili motivi nel bar, estrae un coltello e dopo sfonda la porta a vetri

LeccePrima è in caricamento