menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo davanti al quale si sono incontrati i parenti.

Il luogo davanti al quale si sono incontrati i parenti.

Lite sull’eredità, perde i lumi e aggredisce i cognati con una forbice

L’episodio ieri in tarda serata in via dell’Abate a Lecce. Un 70enne si è scagliato contro i parenti, due fratelli, ferendoli lievemente. Ora dovrà rispondere di lesioni e porto d’armi atti ad offendere

LECCE - Non accetta le soluzioni proposte per risolvere una questione di natura ereditaria e si scaglia contro i cognati con una forbice. E’ accaduto ieri, in tarda serata, nei pressi del bar “Amici” di via dell’Abate a Lecce, dove si erano dati appuntamento.

Stando ai riscontri svolti dalla polizia, l’aggressore, un 70enne incensurato, originario della provincia di Brindisi ma residente nel capoluogo salentino, aveva incontrato i parenti, due fratelli, per risolvere la faccenda familiare, ma evidentemente non ha gradito alcuni punti degli accordi e la discussione ha preso una piega inaspettata: ha estratto dalla tasca una forbice colpendo uno di loro alla spalla sinistra e l’altro, intervenuto per sedare gli animi, alla mano sinistra. Per fortuna, le conseguenze non sono state drammatiche.

I malcapitati hanno riportato ferite lievi, medicate nel pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi”, dove è sopraggiunto, in compagnia di due amici, lo stesso cognato che voleva accertarsi delle loro condizioni di salute.

Ma la vicenda non finisce qui. Ora il 70enne non avrà solo questioni ereditarie da risolvere, ma anche quella, ben più grave, che si è aperta con la giustizia. In seguito alla querela sporta dai due fratelli al posto fisso di polizia del nosocomio, è stato denunciato per lesioni personali e porto di armi o oggetti atti ad offendere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento