Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Litiga con i genitori e scappa di casa, 16enne leccese rintracciato a Venezia

Si era allontanato da casa dopo aver litigato con i genitori, facendo perdere le proprie tracce. La fuga adolescenziale di un 16enne della provincia di Lecce è terminata nella stazione di Venezia Santa Lucia. Sono stati gli agenti della polizia ferroviaria a fermare il ragazzo mentre scendeva da un treno per dirigersi dagli zii

LECCE – Si era allontanato da casa dopo aver litigato con i genitori, facendo perdere le proprie tracce. La fuga adolescenziale di un 16enne della provincia di Lecce è terminata nella stazione di Venezia Santa Lucia. Sono stati gli agenti della polizia ferroviaria a fermare il ragazzo mentre scendeva da un treno per dirigersi dagli zii che vivono in Friuli. Alla vista dei poliziotti il 16enne si è subito tranquillizzato e ha raccontato, forse già pentito, la sua storia e ha chiesto di poter avvisare i famigliari.

L'allarme è scattato giovedì, quando i genitori del ragazzo si sono recati in questura a Lecce per denunciare la scomparsa del figlio. Le ricerche sono scattate subito, anche attraverso l’ausilio di strumenti tecnici che hanno permesso di tracciare gli spostamenti del 16enne. Gli agenti della Polfer, muniti di foto e di un’accurata descrizione, hanno dunque atteso l’arrivo dei convogli su cui poteva trovarsi il ragazzo. La vicenda si è così conclusa in poco tempo e il 16enne è stato affidato a uno zio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litiga con i genitori e scappa di casa, 16enne leccese rintracciato a Venezia

LeccePrima è in caricamento