menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La stazione di Lizzanello dei carabinieri.

La stazione di Lizzanello dei carabinieri.

“Niente soldi per la droga”. E il figlio lo picchia e lo spedisce in ospedale

A Lizzanello arrestato un 43enne. Il padre 69enne, stanco delle minacce, si è ribellato, suscitando la sua reazione aggressiva

LIZZANELLO – Estorsione continuata e lesioni personali aggravate. Sono i reati contestati a un uomo di 43 anni di Lizzanello che si sarebbe reso artefice di una serie di gravi condotte nei confronti del padre 69enne. Stando alle accuse, infati, avrebbe richiesto di continuo denaro, per soddisfare la sua esigenza di rifornirsi di stupefacenti da consumare, provocando forte disagio e liti continue.

Ma la sera di lunedì 10 agosto, il giorno in cui è acvvenuto l’arresto, è scattato qualcosa. Il padre, esausto, si è opposto con fermezza, non accettando più  provocazioni e minacce, rifiutando quindi di elargirli denaro. E, a quel punto, sarebbe partita una vera e propria aggressione fisica.

Riuscito a sfuggire all’ire del figlio, l’uomo si è allontanato subito da casa e ha deciso di chiamare i carabinieri. Sul posto sono arrivati i militari della stazione locale che hanno rintracciato il 43enne. Era ancora nell'abitazione paterna. Il 69enne, a causa delle lesioni subite dai colpi ricevuti dal figlio, è stato costretto anche a recarsi in ospedale, al “Vito Fazzi” di Lecce, da cui è stato poi dimesso con una prognosi di otto giorni, salvo complicazioni. Il 43enne, invece, è stato e trasferito nel carcere di Lecce.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento