rotate-mobile
Cronaca Lizzanello

Incendio divampa nella notte dentro il centro cottura di un servizio di catering

È successo a Lizzanello, nel capannone in uso alla società che gestisce anche la pizzeria L'Alchimista di Cavallino. All'origine dovrebbe esservi stato un cortocircuito da una cella frigorifera. Fiamme spente dai vigili del fuoco, sul posto per le indagini i carabinieri

LIZZANELLO – Un incendio è divampato all’improvviso nel corso della notte all’interno di uno dei due capannoni che sorgono in un’area recintata lungo via Vecchia Lizzanello, nell’agro stesso di Lizzanello, ma praticamente al confine con quello di Cavallino. Si tratta di quello adibito a centro cottura de L’Alchimista, nota attività specializzata nella ristorazione che non solo gestisce alcune pizzerie della zona, ma si occupa anche di catering e banqueting per eventi e cerimonie.

Il rogo si è sprigionato qualche tempo dopo le 3 di notte. A quell’ora, infatti, hanno smontato dal turno due cuochi impiegati nell’azienda ed era ancora tutto a posto. Non sembra, insomma, che vi fossero avvisaglie di alcunché. Sta di fatto che, a un certo punto, si è levato dal fumo dall’interno del locale e a quanto sembra, dai primi riscontri dei vigili del fuoco arrivati sul posto da Lecce, tutto dovrebbe essere partito da una cella frigorifera. Un cortocircuito, insomma, forse a causa di un sovraccarico, che ha scatenato le fiamme.

I danni dovrebbero essere piuttosto seri, fra annerimento delle pareti, arredi, apparecchiature elettriche e altro materiale intaccato dalle fiamme, con gli ambienti completamente avvolti dal fumo dentro i quali i vigili del fuoco si sono dovuti addentrare indossando i respiratori. Il lavoro è stato particolarmente lungo e alle 9 del mattino gli operatori inviati dal comando provinciale di viale Grassi, a Lecce, erano ancora sul posto per le ultime operazioni di bonifica.

Il rogo nel centro cottura

Per le indagini sono intervenuti i carabinieri della stazione di Lizzanello, coadiuvati dai colleghi della sezione radiomobile di Lecce. Non sembrano esservi dubbi, in questo caso, sul fatto che si sia trattato di un evento di natura accidentale, e non solo per quanto finora rilevato dai vigili del fuoco, ma anche perché non sono stati riscontrati segni d’effrazione su porte e infissi.

L’alta attenzione subito addensatasi sul caso, però, è giustificata anche dal fatto che la pizzeria L’Alchimista di Cavallino, insieme ad altre attività, la notte di Natale del 2019 finì nel mirino di malviventi: nel caso specifico, fu collocata una bomba carta sull’uscio. Molto più di recente, nell’aprile scorso, vi è poi stato un incendio ne Il Laboratorio dell’Alchimista, altra pizzeria facente capo alla stessa proprietà, che era stata appena inaugurata in quei giorni a Lizzanello. Anche in quella circostanza, evento di natura accidentale, dovuto al surriscaldamento di un forno, stando ai rilievi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio divampa nella notte dentro il centro cottura di un servizio di catering

LeccePrima è in caricamento