Fallisce la "spaccata" ma non la rapina: bottino di circa 10mila euro

A Lizzanello ha retto la vetrata di un negozio di mangimi. In fuga dopo essere stati visti da un vicino. Ma a Novoli, in tre armati hanno svuotato dodici slot del centro scommesse di via Carmiano

Nelle immagini: la vetrata del negozio di Lizzanello presa a calci (foto LC).

LECCE – A prima vista sembrerebbe un tentativo di furto come tanti, la classica “spaccata”, non riuscita per una serie di circostanze (fortunatamente) sfavorevoli ai malviventi. Eppure, a ben vedere, è stato tutto molto strano: sia il bersaglio, un negozio di mangimi per animali, sia il metodo usato.

Non sembra, infatti, che i malviventi avessero con sé mazzuole, martelli, o altri oggetti pesanti solitamente usati per sfondare i cristalli. Hanno agito quasi alla stregua di comuni vandali, assestando violenti calci alla vetrata, fino a incrinarla, ma senza riuscire ad aprirsi un varco. E alla fine hanno dovuto desistere. Il trambusto ha provocato il risveglio di soprassalto di un vicino che si è affacciato al balcone. A quel punto, i malviventi sono stati costretti alla fuga.

Tutto questo è avvenuto intorno alle 3 di notte a Lizzanello, in via Leonardo Da Vinci. La banda era composta da quattro soggetti, tutti con i volti coperti. Tanti ne ha contati il testimone. Avevano un’autovettura Lancia, di cui, però, non è stato possibile comprendere il modello. A ogni modo, la porta a vetri non ha ceduto (non c’è stato il tempo materiale per farla crollare sotto i colpi) e i quattro se la sono svignata.

20160615_110306-2

Il locale si trova al civico 9 della strada che, riallacciandosi alla provinciale, conduce fuori paese, verso Pisignano, frazione di Vernole. E’ probabile che siano fuggiti proprio in quella direzione. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione locale per un sopralluogo e per acquisire i filmati delle videocamere di sorveglianza.

Se il furto non è riuscito, è invece andata in porto una rapina che ha portato nelle tasche di tre banditi un bottino davvero cospicuo, fra i 7 e i 10mila euro. Ma bisoga fare un salto indietro nel tempo di qualche ora e tornare alla tarda serata di martedì. 

Il gestore del centro scommesse Salentobet di Novoli, in via Carmiano, è riuscito ad avvisare i carabinieri solo alle 23,30. La banda l’ha pensata bene. In tre hanno fatto irruzone intorno alle 21,20 dentro il locale, con i volti ben coperti, hanno serrato le porte, in modo che agli occhi di eventuali passanti esterni apparisse normalmente chiuso, e hanno sottratto i cellulari. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così, mentre uno di loro ha tenuto a bada i presenti, minacciandoli con una pistola (c'era ancora un avventore, all'interno, oltre al titolare), gli altri due sono riusciti a forzare tutte e dodici le slot machine della sala, per poi fuggire. E’ plausibile che fuori, ad attenderli, vi fosse almeno un altro complice, un “palo” che potrebbe essere stato anche l’autista che li ha condotti in seguito in un luogo sicuro per la spartizione del bottino. Sul caso indagano i carabinieri della stazione locale e della compagnia di Campi Salentina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento