menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lo spaccio dai domiciliari: viavai continuo attorno alla casa del detenuto

Carmine Bruno, 51enne di Ugento, è finito in carcere. Era già stato arrestato altre due volte a ottobre. Questa volta è stato trovato con dosi di cocaina, eroina, due proiettili e una pistola ad aria compressa. La scoperta, seguendo i viaggi di tossicodipendenti verso la sua abitazione

UGENTO – Prima arrestato per possesso di eroina e proiettili, poi di nuovo per evasione (invece di rimanere ai domiciliari aveva fatto una capatina nel suo bar preferito), ora per Carmine Bruno, 51enne di Ugento, si spalancano le porte del carcere. Durante un controllo, è stato trovato con eroina, cocaina cartucce una pistola ad aria compressa. In buona sostanza, più che forte il sospetto che continuasse a spacciare dai domiciliari.  

A incastrare l’uomo, i carabinieri del Norm di Gallipoli, che oggi si sono recati con i colleghi di Ugento a notificargli un’ordinanza che dispone la sostituzione dei domiciliari con il carcere, emessa dal gip del Tribunale di Lecce. E’ stato trovato durante un controllo in possesso di due dosi di eroina addosso, una di cocaina e un’altra di eroina purissima in casa, più un paio di cartucce e l’arma ad aria compressa.

BRUNO-CARMINE-2Tutto è nato dopo che i carabinieri di Gallipoli hanno scoperto che diversi soggetti noti per abuso cronico di stupefacenti si recavano spesso e volentieri verso la periferia di Ugento. Gli insoliti “viaggi”, tutti verso una meta relativamente lontana di soggetti in molti casi senza relazioni fra loro, ha così indotto a svolgere qualche accertamento.

I militari, in borghese, hanno studiato i movimenti intorno all’abitazione e i tragitti delle varie persone (uomini e donne di ogni età, della Città Bella e di altri comuni vicini). La sorpresa è arrivata quando i militari gallipolini, facendo altri accertamenti su chi abitasse in quella casa, hanno scoperto che altri non era, se non una vecchia conoscenza dei loro dei loro colleghi ugentini, già ai domiciliari. E ora Bruno, per un po’ dovrà sostare in una cella di Borgo San Nicola.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    La questura informa: proroga permessi di soggiorno

  • Cucina

    Trìa, pasùli e mùgnuli: la ricetta della signora Laura

  • Fitness

    Rassodare il seno, ecco gli esercizi da fare

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento