Cronaca

Lotta ai rifiuti, microcamere mimetizzate sugli alberi e auto civetta

E’ la novità stabilita dall’assessorato comunale per colpire i trasgressori. Una decina di dispositivi su mezzi e alberi

Un'area cittadina videosorvegliata

LECCE  - La guerra agli sporcaccioni si farà anche con la tecnologia. Microcamere wireless mimetiche immortaleranno i trasgressori con foto trappole e raggi infrarossi. E’ la novità in città, voluta dall’assessorato alle Politiche ambientali, diretto da Andrea Guido. Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti.

A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro, in periferia, nelle aree suburbane. È stato attivato il sistema di video sorveglianza mobile dell’assessorato all’Ambiente per la repressione del fenomeno degli abbandoni dei rifiuti. Il servizio, annunciato da diverso tempo, si avvale di decine di micro dispositivi. Ogni videocamera, wireless è autonoma e direttamente collegata agli uffici degli ispettori ambientali e del nucleo di polizia locale.

Novità assoluta la possibilità di mimetizzare ogni dispositivo sia su auto civetta dell’ispettorato e del nucleo, sia sulle aree maggiormente afflitte dal problema. Le sanzioni previste per coloro che verranno filmati saranno di 400 euro per ogni sacchetto abbandonato mentre, per coloro che non si adegueranno a orari e giorni di conferimento delle frazioni (rifiuti non conformi o rifiuti misti) la multa sarà di 50 euro, sempre per ogni sacchetto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta ai rifiuti, microcamere mimetizzate sugli alberi e auto civetta

LeccePrima è in caricamento