Cronaca

Macellaio rapinato all'alba, fuggono via con 900 euro

Brutta disavventura, poco prima delle 7, per un macellaio di Surbo, Raffaele Barba. Stava per aprire l'attività, quando è stato avvicinato da due persone, forse stranieri. Uno aveva anche una pistola

IMG_9686

SURBO - Brutta disavventura, questa mattina all'alba, poco prima delle 7, per un macellaio di Surbo, Raffaele Barba, la cui attività sorge in via Giuseppe Codacci Pisanelli, lunga strada del comune che conduce dalla periferia nord fino dentro al centro. La sua macelleria sorge pressappoco all'angolo con via Domenico Cirillo.

L'uomo è stato avvicinato e bloccato da due persone, mentre si accingeva ad aprire la serranda della sua attività commerciale, come ogni mattina, e rapinato del suo portafogli, che gli sarebbe stato sfilato, dopo essere stato minacciato, con tanto di pistola alla mano. Forse un giocattolo privo del tappo rosso. I due sono così scappati con la bellezza di circa 900 euro in contanti. Si tratta di soldi che il commerciante aveva portato con sé, per pagare un fornitore.

La vicenda è stata denunciata presso i carabinieri della stazione locale, che ora indagano insieme ai militari del nucleo radiomobile di Lecce. Secondo il racconto fornito dall'uomo ai militari, i due potrebbero essere stranieri. Forse, persone di origine slava, stando alla loro inflessione, percepita durante le poche battute proferite in quegli istanti, quando si sarebbe trovato con la canna dell'arma puntata contro.


I due sarebbero poi fuggiti a piedi, facendo perdere le tracce. Oltretutto, avrebbero agito con il volto scoperto. Segno che potrebbe trattarsi di persone che non frequentano abitualmente la zona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Macellaio rapinato all'alba, fuggono via con 900 euro

LeccePrima è in caricamento