Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Inveisce con il figlio contro i carabinieri, ma in casa aveva oltre un chilo di "maria"

Fermato per un controllo a Sogliano Cavour, un 28enne si è opposto alla perquisizione della sua abitazione minacciando i militari. La donna, via telefono, è giunta sul posto con altrettanta animosità: nella sua dimora aveva anche 47 grammi di cocaina

SOGLIANO CAVOUR – Per tentare di sottrarsi ad una perquisizione personale e domiciliare, Vincenzo Antonio Cianci - un 28enne di Sogliano Cavour, fermato a bordo di una motocicletta nei pressi della propria casa - ha opposto resistenza ai carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Maglie, impegnati con i colleghi della compagnia di Gallipoli in attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, arrivando anche a minacciarli di morte. Poi, a complicare la situazione s’è aggiunta la madre, Carmela Magnolo, di 49 anni, che il giovane aveva allertato telefonicamente, anche lei già nota alle forze dell’ordine. E per entrambi le cose si sono messe male.

ciancivincenzo-2I militari, infatti, hanno portato a termine il loro intendimento, esteso successivamente anche all’abitazione della donna ed alla fine il bilancio è stato di due arresti – uno per minaccia, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, l’altro per detenzione a fini di spaccio - ed una denuncia a piede libero.

Ad Antonio Vincenzo Cianci, il figlio, è stato contestato il possesso di un involucro con 0,7 grammi di “erba” mentre a B.A., 21enne originario di Galatina, amico e convivente di Cianci e che era a bordo di un’altra moto al momento del fermo, quello di 16 grammi di marijuana che è valso il deferimento all’autorità giudiziaria. Nelle ricerche all’interno della casa sono state sequestrate undici sim card, tre telefoni cellulari, documentazione ritenuta utile alle indagini, oltre ai due motocicli perché sprovvisti di assicurazione.

MAGNOLO CARMELA-2Presso il domicilio della madre di Cianci – ristretto poi ai domiciliari -, i carabinieri hanno invece trovato un quantitativo ben maggiore: undici involucri per il peso complessivo di un chilo e 223 grammi di marijuana, tre bustine con un totale di 47,65 grammi di cocaina, ma anche una bilancia elettronica e materiale per il confezionamento. La donna è stata dunque arrestata per detenzione ai fini di spaccio e condotta presso il carcere leccese di Borgo San Nicola. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inveisce con il figlio contro i carabinieri, ma in casa aveva oltre un chilo di "maria"

LeccePrima è in caricamento