Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Il maestrale mette alla corde gli avventurieri: straordinari per la guardia costiera

Nel fine settimana ripetuti interventi dei militari a bordo delle motovedette. A Porto Cesareo le situazioni più complicate a causa delle forti correnti marine

PORTO CESAREO – Il mare deve essere rispettato. Questo vecchio adagio che i frequentatori abituali del litorale imparano a conoscere sin da piccoli, spesso viene trascurato dai frequentatori occasionali ma anche da coloro che confidando troppo nelle proprie capacità rischiano di trovarsi in guai seri. Tanto più quando le condizioni meteo marine indurrebbero alla massima prudenza.

Capitano così giornate di straordinari per i militari della guardia costiera, esattamente come accaduto nel fine settimana a causa dell'impetuoso vento di maestrale che ha prodotto correnti marine molto forti: oltre una decina gli interventi di soccorso e assistenza a piccole imbarcazioni e bagnanti in difficoltà portati a termine dal personale della capitaneria di porto di Gallipoli e dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Otranto.

Nelle acque di Porto Cesareo, dalle parti dell’Isola  dei Conigli, a bordo della motovedetta CP 327, i militari hanno recuperato un pedalò oramai alla deriva: tratte in salvo le quattro persone che erano a bordo. Subito dopo lo stesso equipaggio si è spostato davanti allo stabilimento “Riva degli Angeli” dove la situazione andava rapidamente complicandosi: in difficoltà, infatti, non solo la persona che si era avventurata con il suo wind surf, ma anche il personale del lido giunto in soccorso della prima a bordo di una moto d’acqua, andata però in panne. Poco prima che l’unità navale della guardia costiera arrivasse sul punto indicato, la matassa è stata sbrogliata grazie a una piccola imbarcazione che non senza difficoltà è riuscita a portare tutti a riva.

(Guarda il video dei soccorsi)

Nella settimana clou della stagione estiva la capitaneria di porto di Gallipoli ribadisce l’intervento a tutti i diportisti, bagnanti e pescatori sportivi a valutare attentamente le condizioni meteo e del mare e non sottovalutare mai l’esposizione della bandiera rossa con cui viene segnalata la balneazione non sicura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il maestrale mette alla corde gli avventurieri: straordinari per la guardia costiera

LeccePrima è in caricamento