Cronaca

Maglie-Leuca, il Tar sblocca l'appalto. Ora la cantierizzazione dell'opera

Ennesima evoluzione nella lunga battaglia legale sulla progettazione e realizzazione della 275, con il tribunale amministrativo che ha dato ragione al raggruppamento di imprese, capeggiato dal Con-sorzio di Costruttori C.c.c.

LECCE - Dopo una battaglia legale iniziata oltre un anno fa, è giunta l’attesa pronuncia del Tar di Lecce relativa all’appalto Anas per la progettazione e la realizzazione della 275 Maglie-Leuca. Nella sentenza pubblicata ieri dai Giudici di Palazzo Rubichi (Presidente Cavallari, relatore Esposito) è stato sancito che l’esecuzione dell’appalto potrà essere proseguita dal raggruppamento di imprese già risultato aggiudicatario della gara, allo stato capeggiato dal Consorzio di costruttori C.C.C.

La disputa legale era sorta per iniziativa del raggruppamento tra le imprese Matarrese e Coedisal, giunto al quarto posto della graduatoria finale, le quali avevano chiesto di ottenere l’aggiudicazione dell’appalto e di subentrare nel contratto nel frattempo stipulato dal Raggruppamento aggiudicatario con Anas, sostenendo che le i gruppi imprenditoriali classificatisi ai primi tre posti avrebbero dovuto essere tutti esclusi dalla procedura.

La tesi delle imprese ricorrenti, rappresentate in giudizio dagli avvocati Quinto e Morrone sono state tuttavia disattese dal Tardi Lecce, che ha accolto le ragioni del raggruppamento aggiudicatario, rappresentato dagli avvocati Ernesto Sticchi Damiani ed Angelo Piazza, in parte rigettando e in parte dichiarando inammissibile il ricorso.

Per effetto della sentenza, dunque, risulta ormai imminente la cantierizzazione dell’opera, tenuto conto che le imprese aggiudicatarie hanno ormai consegnato già nel luglio scorso la progettazione esecutiva, anch’essa affidata nell’ambito dello stesso appalto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maglie-Leuca, il Tar sblocca l'appalto. Ora la cantierizzazione dell'opera

LeccePrima è in caricamento