Malore fatale mentre si trova in barca. Nulla da fare per un pescatore gallipolino

Tragedia nel primo pomeriggio lungo il litorale tra Lido San Giovanni e Baia Verde. Luigi Brunetti, 59anni, si è accasciato senza più riprendersi. Inutili i soccorsi del personale della capitaneria e del 118

il recupero del corpo sulla banchina del porto

GALLIPOLI - Un malore improvviso mentre a bordo della sua barca da pesca, un piccolo gozzo di circa 5 metri, girovagava lungo il litorale sud di Gallipoli per quella che doveva essere una giornata spensierata e una tranquilla uscita in mare. Invece, improvvisa, si è consumata la tragedia. Un pescatore gallipolino, Luigi Brunetti, 59 anni, è morto nel primo pomeriggio mentre si trovava a bordo della sua imbarcazione nel tratto di mare tra il Lido San Giovanni e la Baia Verde. Colto da un malore improvviso, l’uomo si è accasciato all’interno del natante e non ha avuto più la forza di rialzarsi e di chiamare i soccorsi. Al momento del fatto il pescatore era da solo sulla barca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poco prima delle 15 è giunta una segnalazione al numero di emergenza della capitaneria di porto di Gallipoli. Dalla riva qualcuno aveva notato un’imbarcazione che navigava in maniera anomala, ovvero “in circolo”, a circa un miglio dalla costa sul litorale nei pressi di Lido San Giovanni. Dalla sala operativa veniva subito disposto l’invio in zona di una motovedetta che in breve tempo raggiungeva il litorale sud e si accostava alla barca. I militari della guardia costiera hanno ritrovato l’uomo riverso all’interno del natante, e nonostante i primi tentativi di soccorso e l’intervento anche del personale del 118, per lo sfortunato pescatore non c’è stato nulla da fare. Il corpo di Brunetti è stato quindi recuperato e trasportato sulla banchina dell’area portuale presso il comando della capitaneria. Sul posto anche alcune pattuglie di polizia e carabinieri. Le cause della morte legate verosimilmente ad un arresto cardiaco.                       

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento