Cronaca

Nuova "pioggia" di pietre a Torre San Giovanni. Guardia costiera: "Si intervenga subito"

Il comandante dell'Ufficio locale marittimo del borgo ionico, ha scritto al sindaco di Ugento, alla Capitaneria e alle istituzioni locali, per chiedere la messa in sicurezza della zona del porto. Nell'ultima ondata di maltempo, sono stati registrati altri danni e disagi, che si sommano a quelli di novembre e dicembre

Le conseguenze dopo il maltempo

TORRE SAN GIOVANNI (Ugento) – E’ cambiato ben poco. E sono bastate le piogge di questi giorni, neppure tanto preoccupante, a creare nuovo disagi nel piccolo porto di Torre San Giovanni, la marina di Ugento. Il borgo ionico, infatti, è stato colpito in più occasioni, dalle recenti ondate di maltempo. Nelle ultime ore, la scena si è ripetuta con l’ennesima, pericolosa “sassaiola” provocata dalla furia dell’acqua.

A metà novembre, fu il bacino ad esondare, allagando diverse vie, rese irriconoscibili e simili a un paesaggio degno di uno scorcio veneziano. Poi, i primi giorni di dicembre, fu la volta della "pioggia" di pietre caduta sulla banchina, nei pressi del faro. E, 100_2470-2dopo quell’occasione, il maresciallo Giovanni Cazzarò, comandante dell’Ufficio locale marittimo, scrisse alle autorità competenti per denunciare la situazione e , soprattutto, la mancata sicurezza di pescatori e passanti.

Il responsabile della guardia costiera, nel corso della mattinata, si è nuovamente ricolto al sindaco di Ugento, capitaneria di porto di Gallipoli e alle istituzioni locali, per chiedere nuovamente, a gran voce, interventi urgenti che tutelino l’incolumità di chi, per lavoro, è costretto a raggiungere quotidianamente  la località marittima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova "pioggia" di pietre a Torre San Giovanni. Guardia costiera: "Si intervenga subito"

LeccePrima è in caricamento