Infuria il maltempo, salvati a decine in mare. Fra loro anche cinque bambini

Un canoista, barche a vela e un bagnante in difficoltà. Innumerevoli le chiamate alla Capitaneria di porto, dopo che le condizioni meteo marine sono improvvisamente cambiate

LECCE – Decine sono statel le persone salvate dalla guardia costiera, che oggi ha dovuto fare gli straordinari per soccorrere quanti, avventuratisi in mare, si sono trovati all’improvviso in forte difficoltà a causa di un repentino cambiamento delle condizioni meteo. Vento e pioggia si sono abbattuti sul Salento nel primo pomeriggio con tale violenza da mettere in seria difficoltà tutti quei diportisti che, forse per non aver consultato in modo adeguato i bollettini, o non aver valutato correttamente la situazione, hanno scelto di prendere il largo con le proprie barche.   

Per la verità, la giornata è nata già storta fin dalla tarda mattinata, quando, nonostante il clima fosse ancora discreto, un canoista si è comunque trovato in difficoltà, a causa delle correnti marine nelle acque antistanti Torre Uluzzo, sulla costa neretina. Il malcapitato non stava riuscendo a rientrare a riva e così in soccorso è arrivata la motovedetta Cp848. I militari, dopo averlo salvato, lo hanno trasportato nel porto di Gallipoli, affidandolo alle cure del personale del 118.

Video | La guardia costiera in azione per la barca a vela

La situazione è però diventata realmente scottante qualche ora dopo, quando un rovesciamento improvviso delle condizioni meteomarine, ha trasformato in un incubo a occhi aperti quelle che, fino a quel momento, erano state serene gite in mare. E numerose sono state le richieste di soccorso ricevute dalla sala operativa della Capitaneria di porto di Gallipoli sul numero di emergenza 1530. Davvero tanti i diportisti colti di sorpresa dal maltempo che si sono ritrovati in difficoltà. Il pronto intervento delle motovedette Cp 327 e Cp767, però, per fortuna ha scongiurato conseguenze peggiori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le imbarcazioni della guardia costiera, nonostante le condizioni avverse, sono riuscite a intercettare una prima barca a vela e a imbarcare le diedi persone a bordo, tra cui cinque bambini. Non solo. Oltre a effettuare le ricerche in mare di un bagnante, del quale non si avevano più notizie, le motovedette sono riuscite a prestare assistenza a un’ulteriore barca a vela con a bordo due persone, conducendole in sicurezza in porto. Quanto al disperso, è stato trovato da una pattuglia intervenuta via terra in prossimità del porticciolo San Giorgio di Gallipoli, mentre tutte le persone recuperate dalla motovedetta Cp327 sono state sbarcate nel porto di Gallipoli. Per fortuna, questa volta

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripresa del virus in provincia di Lecce: 33 i positivi, tra questi bimbo di 4 mesi

  • Costringe il figliastro sordomuto a praticargli sesso orale: arrestato

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Scontro frontale fra auto e ambulanza: un ferito d’urgenza in ospedale

  • Emergenza coronavirus, registrati altri tre casi di positività in provincia di Lecce

  • Covid, dieci casi registrati in Puglia. Sette nella sola provincia di Lecce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento