Cronaca

Allagamenti, trombe d’aria e fulmini: la conta dei danni da maltempo il giorno dopo

Giornata intensa, quella di ieri, per i vigili del fuoco del comando provinciale e per i colleghi dei vari distaccamenti. Numerosi interventi in tutta la provincia

Foto di repertorio.

LECCE – Dopo la grandine del giorno prima una nuova ondata di maltempo era attesa sul Salento, ma ha provocato danni a catena ben oltre il prevedibile. Dal pomeriggio di ieri, soprattutto, alla sala operativa del 115 sono giunte numerose segnalazioni e richieste di aiuto soprattutto dai litorali dove trombe d’aria e raffiche violente di vento hanno scaraventato in aria ombrelloni, sdraio e parte delle strutture balneari.

In alcuni casi, le attrezzature hanno rischiato di travolgere i bagnanti. Ma non è tutto. In più punti della provincia, inoltre, il personale del 115 è stato costretto all’intervento anche per vie del tutto allagate e rese impraticabili alle auto dalla pioggia. Per non parlare dei danni arrecati dai fulmini su alcune abitazione, con conseguenze su elettrodomestici ormai messi fuori uso.

Diversi anche gli ascensori bloccati per black-out improvvisi, sempre provocati dai temporali. Così come le cantine invase letteralmente da fiumi di acqua. A subire inoltre gli effetti del maltempo sono stati gli eventi e le serate dell’estate salentina: tanti i ristoratori che si sono ritrovati costretti ad annullare gli appuntamenti con gli artisti e a non poter somministrare cene e aperitivi perché attrezzati coi tavoli esterni. Diverse le date di spettacoli live e concerti che sono state rimandate nei prossim giorni quando, peraltro, saranno nuovamente attese temeperature elevate e caldo torrido.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allagamenti, trombe d’aria e fulmini: la conta dei danni da maltempo il giorno dopo

LeccePrima è in caricamento