Maltrattamenti continui alla madre malata, finisce ai domiciliari in una comunità

Una triste storia di violenza famigliare finita all’attenzione dell’autorità giudiziaria. Ieri pomeriggio gli agenti della polizia di Stato della questura di Lecce hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari a carico di M.M., 32enne leccese, per maltrattamenti nei confronti della madre

LECCE – Una triste storia di violenza famigliare finita all’attenzione dell’autorità giudiziaria. Ieri pomeriggio gli agenti della polizia di Stato della questura di Lecce hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari a carico di M.M., 32enne leccese, per maltrattamenti nei confronti della madre con la quale lo stesso conviveva.

Al dolore della donna, già affetta da patologie che necessiterebbero cure e tranquillità, si è aggiunta la sofferenza provocata dalle problematiche di tossicodipendenza vissute dal figlio, tanto da vivere in un clima di perenne terrore perché vittima dei suoi atteggiamenti violenti e delle ripetute minacce, sfociate spesso in gesti oltremodo lesivi e pericolosi.

Più volte infatti la donna è stata fatta oggetto di pugni, calci e inseguimenti anche per strada da parte del figlio, e in varie occasioni ha assistito inerme alla sua furia distruttiva che ha mandato in pezzi suppellettili vari e ha danneggiato in più occasioni gran parte del mobilio dell’abitazione. Dopo l’ennesimo grave episodio, durante il quale a scongiurare un più grave epilogo è intervenuta una pattuglia  delle Volanti, la donna, dopo essere stata soccorsa e curata presso il locale Ospedale Civile, si è vista costretta a denunciarlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La polizia ha proceduto pertanto a redigere dettagliata informativa alla locale Procura affinché sulla base dei gravi indizi raccolti potesse essere emessa nei confronti del giovane idonea misura cautelare. Così è stato, il gip, ha disposto la misura degli arresti domiciliare individuando come luogo di esecuzione della stessa una comunità della Provincia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento