Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Maltrattamenti ed estorsione ai genitori, patteggia la pena e torna libero

Un 19enne leccese ha patteggiato una condanna a 2 anni e quattro mesi. Dopo l'arresto ad aprile scorso era stato trafelato in una comunità

LECCE – Ha patteggiato ed è tornato in libertà il 19enne leccese accusato di maltrattamenti ed estorsione nei confronti dei genitori. Una triste storia di tossicodipendenza sfociata in dramma famigliare che, ad aprile scorso, aveva portato all’arresto del ragazzo, poi trasferito in una comunità.

Il legale di A.D.S., l’avvocato Diego Cisternino, ha concordata il patteggiamento con il pubblico ministero titolare del procedimento, Stefania Mininni. La sentenza di condanna a due anni e quattro mesi (pena sospesa) è stata emessa dal gip Vincenzo Brancato. L’indagato, poiché minore di anni 21, è tornato in libertà. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltrattamenti ed estorsione ai genitori, patteggia la pena e torna libero

LeccePrima è in caricamento