Maltrattamenti ed estorsione ai genitori, patteggia la pena e torna libero

Un 19enne leccese ha patteggiato una condanna a 2 anni e quattro mesi. Dopo l'arresto ad aprile scorso era stato trafelato in una comunità

LECCE – Ha patteggiato ed è tornato in libertà il 19enne leccese accusato di maltrattamenti ed estorsione nei confronti dei genitori. Una triste storia di tossicodipendenza sfociata in dramma famigliare che, ad aprile scorso, aveva portato all’arresto del ragazzo, poi trasferito in una comunità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il legale di A.D.S., l’avvocato Diego Cisternino, ha concordata il patteggiamento con il pubblico ministero titolare del procedimento, Stefania Mininni. La sentenza di condanna a due anni e quattro mesi (pena sospesa) è stata emessa dal gip Vincenzo Brancato. L’indagato, poiché minore di anni 21, è tornato in libertà. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento