Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Continue minacce alla madre per comprare la droga. Torna in carcere 37enne

L'uomo, leccese, era ristretto ai domiciliari nella casa che condivideva con la donna, una 60enne. Quest'ultima, aggredita in più occasioni anche negli anni scorsi, ha allertato la polizia esasperata dall'ultima richiesta di denaro. L'uomo è stato arrestato dagli agenti e condotto in cella

Il caracere di Lecce

LECCE - E’ finito in manette un 37enne, accusato di maltrattamenti nei confronti della madre, una donna di 60 anni. Si tratta di Cristian Petese, tossicodipendente leccese finito nei guai nel corso del pomeriggio.  Da tempo, forse anni, l’uomo sottoponeva la vittima a continue minacce per costringerla a dargli del denaro per acquistare la droga. La donna, che viveva con il figlio, ristretto al regime dei domiciliari, non riusciva a vedere via d’uscita.

In più occasioni la 60enne aveva detto al figlio che lo avrebbe denunciato alla polizia, ma poi desisteva dietro le minacce di morte. Fino a quando, non potendone più, si è rivolta agli agenti delle volanti. Sopraggiunti, i poliziotti  hanno identificato il 37enne il quale, anche davanti al personale della questura, ha continuato a inveire contro la propria madre, affermando che l’avrebbe uccisa in caso di denuncia. L'uomo, in passato, è più volte balzato agli onori della cronaca per tentativi di estorsione che hanno visto sempre la madre al centro dei maltrattamenti. Erd era già finito in carcere con l'accusa di furto aggravato.

Petese è stato, a quel punto, bloccato e trasferito nel carcere di Borgo San Nicola di Lecce, con l’accusa di minacce, violenza privata, maltrattamenti in famiglia, estorsione e violazione delle prescrizioni inerenti la sorveglianza speciale. Il provvedimento è stato disposto dal pm di turno, Francesca Miglietta, sulla scorta della pericolosità dell’uomo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continue minacce alla madre per comprare la droga. Torna in carcere 37enne

LeccePrima è in caricamento