Maltrattamenti in famiglia ed evasione, in tre finiscono a Borgo San Nicola

Gli arresti dei carabinieri di varie stazioni sono stati eseguiti nelle ultime ore nei comuni di Guagnano, Alliste e Galatone

LECCE – Tre arresti sono stati eseguiti nelle ultime ore in provincia di Lecce. In un caso per una pena divenuta definitiva, in un altro per tentata estorsione nei confronti della sua stessa famiglia, nel terzo per evasione. A Guagnano, i carabinieri della stazione locale hanno stretto le manette ai polsi di Cosimo Gentile, 63enne del posto.

Su di lui pendeva un decreto di carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali del Tribunale di Lecce. Deve scontare sei anni reati i maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale, fatti avvenuti nel gennaio del 2010. L’uomo si trova ora nella casa circondariale di Lecce.

Ad Alliste, invece, i carabinieri della stazione di Racale hanno arrestato in flagranza per tentata estorsione e maltrattamenti in famiglia, Christian Reho,  27enne del posto. I carabinieri sono intervenuti presso l’abitazione dove il giovane, poco prima, ha minacciato e strattonato i suoi genitori, per costringerli a consegnargli contanti per l’acquisto di stupefacenti. Anch’egli è stato condotto in carcere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Galatone, infine, i carabinieri della stazione locale hanno arrestato in flagranza per evasione Matteo Luperto, 31enne, del posto. Sottoposto ai domiciliari, è stato trovato al di fuori della sua abitazione e per questo, dopo le formalità i caserma, condotto in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento