Maltrattamenti in famiglia, resistenza e stalking: arresti e due denunce

In manette un 45enne cinese e un 44enne di Castromediano. Nei guai anche un 73enne e un 39enne, rispettivamente di Cavallino ed Otranto

TRICASE – Due arresti e altrettante denunce, nel corso delle ultime ore, per maltrattamenti, resistenza a pubblico ufficiale e atti persecutori. Il primo episodio a Tricase, dove Yan Yudi, un 45enne di nazionalità cinese, ma domiciliato nella cittadina del Capo di Leuca, è stato fermato in flagranza di reato per maltrattamenti contro i famigliari dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia locale. Intorno alle 19, al termine dell’ennesima lite per futili motivi, ha picchiato la propria convivente, una donna di 49 anni.

I militari, giunti sul posto, lo hanno bloccato mentre stava impedendo al proprio figlio maggiorenne di soccorrere la madre, intenzionata a recarsi presso il pronto soccorso dell’ospedale locale. La vittima è stata poi soccorsa, medicata e dimessa, per escoriazioni che guariranno in alcuni giorni. L’uomo, invece, è stato accompagnato nel carcere di Borgo San Nicola, alle porte di Lecce. A Castromediano di Cavallino, in manette anche Salvatore Rosato, un 44enne del luogo, ammonito dal questore nel 2016 per atti persecutori nei confronti della ex moglie. L’uomo è stato fermato dai militari della compagnia di Lecce, su segnalazione della vittima. E’ stato sottoposto a un controllo, a bordo della propria Fiat 600, nelle vicinanze dell’abitazione della donna, verso la quale, poco prima, aveva gettato delle bottiglie di vetro contro le finestra. E’ finito agli arresti domiciliari.YAN YUDI..-2

Sempre a Cavallino, inoltre, nei guai per stalking A.C., un 73enne. Avrebbe importunato una 52enne del luogo, non accettando la fine della loro relazione sentimentale. Le avrebbe teso agguati improvvisi, pedinamenti, messaggi telefonici, aggressioni psicologiche e anche fisiche.  Infine a Otranto, inoltre, sempre i militari di Tricase, hanno denunciato C.S., un 39enne del posto, per oltraggio a pubblico ufficiale e guida sotto influenza dell’alcol.  L’uomo, la scorsa notte, è stato fermato per un normale controllo stradale, ma è stato trovato con un tasso alcolemico superiore a quello consentito dalla legge. Durante la compilazione del verbale da parte di un carabiniere, lo ha offeso e insultato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento