Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Mancano i gravi indizi di colpevolezza, torna in libertà il sindacalista arrestato

Il gip non ha convalidato l'arresto del 57enne, accusato di detenzione di droga, e disposto l'immediata scarcerazione

LECCE – E’ tornato in libertà, a meno di 48 ore dall’arresto, Dario Luigi Cagnazzo, il 57enne di Cutrofiano fermato dai carabinieri di Gallipoli per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il gip Stefano Sernia non ha convalidato l’arresto del 57enne, dipendete della Asl e sindacalista, disponendo l’immediata scarcerazione dell’uomo, che ha lasciato il carcere di Borgo San  Nicola. Secondo il giudice non vi sono gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell’arrestato, assistito dall’avvocato Michelangelo Gorgoni. Non vi sarebbero, dunque, elementi per attribuire al professionista 57enne, molto conosciuto e stimato, l’ingente quantitativo di droga rinvenuto.

Il blitz dei militari era scattato due giorni fa. All’interno di un magazzino adiacente all’abitazione dell’uomo, i carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Gallipoli, hanno scoperto circa 73 chilogrammi di marijuana, in ottimo stato di conservazione e racchiusa in vari scatoloni, bidoni in plastica e barattoli di vetro. La perquisizione era stata estesa anche all’appartamento in uso al figlio (denunciato a piede libero) dove, all’interno di un barattolo di vetro, erano custoditi 700 grammi della medesima sostanza stupefacente.

Le indagini dovranno stabilire a chi appartenga la droga, in una vicenda controversa e con molti lati oscuri. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancano i gravi indizi di colpevolezza, torna in libertà il sindacalista arrestato

LeccePrima è in caricamento