menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Mancato rispetto delle norme anti-Covid: fioccano multe a Otranto e Cannole

Nel Comune idruntino i carabinieri hanno pizzicato il titolare di un lido che non aveva neanche regolarizzato due dipendenti. Sanzioni anche per il gestore di un supermercato a Cannole

OTRANTO - Negligenze sull'applicazione delle norme sanitarie e scattano le multe a Otranto e Cannole. É questo l'esito di un'operazione di controllo messa in atto dai carabinieri il 22 luglio nelle due città.

I militari del Comune idruntino, insieme ai colleghi del comando di Lecce, i forestali di Otranto e i funzionari dell'Ispettorato del lavoro, durante un controllo degli stabilimenti balneari hanno denunciato un gestore di un lido che non aveva sottoposto due lavoratori alla sorveglianza sanitaria preventiva.

Al gestore sono state contestate anche una serie di violazioni amministrative, sia per non aver regolarmente assunto un dipendente, sia per non aver adottato tutte le misure di prevenzione dell'emergenza sanitaria da Covid-19.

Dal controllo è infatti emerso che alcuni lavoratori non erano stati informati riguardo le disposizioni della autorità sanitarie sui rischio di contagio e quindi sulle misure da adottare per prevenirlo, compreso l'utilizzo dei dispositivi di protezione individuale. Il mancato rispetto di queste norme comporta peraltro una multa di 400 euro.

Le operazioni hanno toccato anche Cannole. Qui i militari di Bagnolo del Salento, insieme ai carabinieri di Lecce e ai funzionari dello Spesal della Asl, hanno controllato un supermercato e verificato che un lavoratore non era stato assunto regolarmente.

La rappresentante legale dell'esercizio, una donna del '77, dovrà quindi pagare una multa di 3mila e 600 euro.

Ma non solo. I militari hanno contestato anche la mancata applicazione delle norme sanitarie di prevenzione dell'emergenza: anche in questo caso i dipendenti non erano stati adeguatamente informati sulle misure da adottare la sanzione è fissata a 400 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento