Cronaca

Manette in aeroporto per ricercato di "Black & white"

Un marocchino di 32 anni è stato fermato nello scalo di Cuneo dai finanzieri della locale compagnia. Coinvolto nell'inchiesta su droga e armi insieme ad altri 28 tra connazionali, italiani e albanesi

black

CUNEO - Prosegue la scia di arresti dell'operazione "Black & white" per la quale, il 26 settembre, furono emesse 29 ordinanze di custodia cautelare (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=30163). L'ultimo arresto, in ordine di tempo, è quello di Ahmed Benaly, cittadino marocchino di 32 anni. I provvedimenti furono richiesti dalla Dia di Lecce dopo una laboriosa attività investigativa che portò al sequestro di mezzi e di armi oltre che di ingenti quantitativi di droga immessi in Italia attraverso il Salento per poi essere dirottati altrove.


Le manette ai polsi del marocchino sono scattate nell'aeroporto di Cuneo, dove l'uomo era giunto a bordo di un volo. Ad attenderlo però c'erano i finanzieri della compagnia del capoluogo piemontese che avevano individuato il nominativo nella lista dei passeggeri. A nulla è valso un disperato tentativo di fuga: a Benaly è stato notificato il mandato di arresto ed accompagnato presso il locale penitenziario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manette in aeroporto per ricercato di "Black & white"

LeccePrima è in caricamento