Cronaca Gallipoli

Maquillage per le antiche mura: s'inizia dalla Purità

Gallipoli, hanno preso il via da questa mattina gli interventi di restauro dei bastioni della città vecchia. Si parte dalla zona più suggestiva a ridosso della spiaggia sulla riviera Nazario Sauro

Le_mura_del_seno_della_Purit

GALLIPOLI - Maquillage al via per le antiche mura del centro storico di Gallipoli. Sono infatti iniziati questa mattina i lavori che consentiranno di riportare all'antico splendore una consistente porzione delle mura urbiche della città vecchia, grazie ad una certosina opera di restauro. Il tratto interessato, più precisamente, è quello che comprende il seno della Purità, da San Giorgio sino al bastione Sant'Agata, nelle vicinanze della chiesa di San Francesco d'Assisi (su riviera Nazario Sauro). Un intervento che prevede un costo superiore al milione e 600mila euro, integralmente coperto dall'Accordo di Programma Quadro stipulato nel 2003 tra la Regione Puglia ed il Governo, a seguito di un intervento a riguardo posto in essere dalla prima Amministrazione Venneri. "I lavori in questione - ha commentato l'assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Barba - interesseranno non soltanto le mura ma anche i cosiddetti 'fornici' alla base delle stesse, che si affacciano sulla spiaggia. Sarà così possibile evidenziare, in alcuni fornici, le antiche mura preesistenti a quelle attuali. Un ulteriore elemento, questo, che rafforza ancor di più, qualora ve ne fosse bisogno, la valenza dell'opera intrapresa. Inoltre si elimineranno i terrapieni, vicino alla rampa che porta alla spiaggia".

Un nuovo look per uno degli elementi più caratteristici della cittadina ionica che, va sottolineato, è stato preceduto da tutta una serie di passaggi non solo burocratici ma anche e soprattutto tecnici, necessari per il via libera al restauro: si è passati pertanto dal rilievo fotogrammetrico con la restituzione grafica del tratto di mura interessate dall'intervento allo studio sullo stato di conservazione degli intonaci delle mura con le analisi chimiche e quindi alla sottoscrizione con la Soprintendenza ai Beni Architettonici Storici di Lecce del progetto, seguito nelle sue varie fasi.

"Si tratta di un intervento importante oltre che particolarmente atteso - ha invece commentato l'assessore al Centro Storico, Giorgio Cacciatori - che va a tutelare uno dei beni più amati dai gallipolini e che ben si inserisce nel quadro della valorizzazione del centro storico, che si conferma così un punto fermo della nostra pianificazione amministrativa, su cui l'esecutivo cittadino intende proseguire con convinzione e senza indugi di sorta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maquillage per le antiche mura: s'inizia dalla Purità

LeccePrima è in caricamento