Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Leverano “in marcia”: cittadini in piazza per difendere la legalità

Al corteo, che si è snodato per le vie del paese, hanno partecipato anche i rappresentanti politici. I residenti esausti per i recenti episodi criminali

Il corteo (Foto di Antonio Quarta)

LEVERANO – La comunità di Leverano si è messa in “coda” per dire basta alla criminalità. Un centinaio di abitanti, infatti, d’accordo con il Comune, ha organizzato la manifestazione partita intorno alle 19,30 da Piazza San Francesco, per poi giungere in Piazza Roma con slogan e striscioni. Il malcontento urlato nel corteo, privo di colori politici, è montato alla luce dei recenti episodi avvenuti nel comune, e che hanno visto persino il parroco della piccola comunità finire al centro di intimidazioni.

Un atteggiamento, quello mafioso, del quale i residenti sono oramai stanchi. “La tua vita si spegnerà come una candela” è stato il messaggio riservato a don Antonio Valentino, speditogli assieme a due proiettili calibro 38 e 19x21. Ma non è tutto. Il comune ha anche vissuto una recrudescenza del fenomeno degli incendi auto, a scopo intimidatorio, per non parlare delle rapine ai danni dei supermercati.

Un corteo non cambierà al volo lo stato delle cose, ma di certo è un timido passo nella direzione della consapevolezza dei cittadini. Sempre meno disposti a prestare il fianco all’omertà.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leverano “in marcia”: cittadini in piazza per difendere la legalità

LeccePrima è in caricamento