rotate-mobile
Cronaca Alliste

Già in cella per minacce e spari, gli arriva un ordine di carcerazione di tre anni

Marco Renna, il 33enne fermato con un complice per la brutta vicenda di Alliste, deve pure scontare una pena residua per altri reati compiuti dal 2018 al 2022. La notifica consegnata dai carabinieri di Racale

ALLISTE – Furto, ricettazione, danneggiamento a seguito di incendio, guida senza patente. Per questi reati, consumati nell’arco temporale che volge dal 2018 al 2022, Marco Renna, 33enne di Alliste, ha ricevuto direttamente in cella la notifica di un ordine di carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali. L’uomo deve scontare una pena residua di tre anni.

Renna, nel penitenziario di Borgo San Nicola, vi è finito nelle scorse ore dopo una delle peggiori pagine di cronaca nera degli ultimi tempi, l’episodio della bomba carta fatta esplodere nella piazza del paese, seguita da violente minacce ad alcuni ragazzini, tutti minorenni e, in seguito, dai colpi di pistola esplosi sulla porta dell’abitazione dove abita la famiglia di un paio di giovani testimoni, quest’ultimo fatto consumato in concorso con un presunto complice, Tiziano Cino, 42enne di Ugento, ritenuto autore materiale degli spari.   

Ma Renna, prima di questi fatti che risalgono al 6 gennaio scorso e all’arresto arrivato l’altro ieri dopo indagini dei carabinieri della compagnia di Casarano, era già un personaggio ben noto nel suo circondario per tutta una serie di altre vicende. Basti ricordare, a tale proposito, quanto accadde nel 2018. Nell’ottobre di quell’anno fu arrestato perché ritenuto autore di furti seriali. Tre quelli per i quali i carabinieri della stazione di Racale erano riusciti a inchiodarlo grazie alla visione di telecamere di videosorveglianza.

Nel primo pomeriggio del 5 giugno precedente aveva rubato in un’abitazione di Alliste, forzando la porta del garage e portando via una trentina di confezioni di piastrelle, del valore di circa 500 euro.  L’11 agosto, poi, in piena notte, aveva fatto irruzione in una lavanderia, rubando il denaro della gettoniera. Lo stesso giorno, identiche modalità per sottrarre il denaro in una seconda lavanderia.

Sono stati ancora una volta i carabinieri di Racale a notificare l’ordine di carcerazione per tre anni a Marco Renna.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Già in cella per minacce e spari, gli arriva un ordine di carcerazione di tre anni

LeccePrima è in caricamento